Malfunzionamento al satellite skCUBE, si fanno test a terra per trovare soluzioni

Il satellite slovacco skCUBE riceve correttamente i comandi inviati da terra, ma non sembra in grado di ripristinare le proprie funzioni originarie, e la missione si può dire finita. L’Organizzazione slovacca per le attività spaziali (SOSA) ha comunicato che i problemi riscontrati l’8 luglio scorso al dispositivo spaziale sono dovuti a un danno da radiazioni che ha colpito il computer di bordo. Da quella data, quando l’orbita del satellite ha attraversato la cosiddetta “anomalia sudamericana”, un’area dello spazio conosciuta per la quantità estremamente alta di particelle cariche pericolose che possono causare danni alle apparecchiature degli oggetti volanti, il satellite ha smesso di inviare tre di quattro pacchetti di dati previsti, limitandosi a spedire a terra il pacchetto di dati dal sistema di comunicazione COM.

SOSA continua a fare test in laboratorio con il prototipo di sviluppo del satellite skCUBE, cercando di simulare lo stesso problema registrato al suo gemello attualmente in orbita a circa 500 km di altitudine, ma non ha idea di quanto tempo di vorrà per trovare una soluzione, semmai si troverà. Nel frattempo, ha detto il responsabile del progetto Jakub Kapos, il team che ha lavorato al satellite si impegnerà a valutare la mole di dati e informazioni già pervenuti dagli esperimenti portati a termine nelle quasi due settimane dal lancio del satellite.

skCUBE era il primo satellite mai inviato nello spazio dalla Slovacchia, e nonostante i problemi SOSA lo considera una missione che ha avuto successo, avendo provato la capacità degli scienziati slovacchi di realizzare in automonia un satellite e portarlo ad eseguire un certo numero di esperimenti in orbita.

Ma in Slovacchia cresce la polemica per un progetto sostenuto con fondi pubblici che ha dimostrato di funzionare appena un paio di settimane. Il sito Pluska.sk ad esempio titola “Figuraccia per la Slovacchia”. Il satellite era stato lanciato nell’orbita terrestre il 23 giugno alle ore 5:59, dopo essere partito dal centro spaziale Satish Dhawan, nell’India del Sud, a bordo del razzo indiano PSLV-C38. Il lancio doveva avvenire originariamente nella primavera del 2016 da una base americana per mezzo di un razzo Falcon 9 della SpaceX, ma è stato più volte rimandato. La Slovacchia è ora il 78° paese al mondo ad avere inviato nello spazio un proprio satellite.

(Red)


Foto skcube.sk

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google