Volkswagen, prosegue lo sciopero, e c’è anche un allarme bomba

Un allarme dinamitardo è stato segnalato martedì presso lo stabilimento Volkswagen di Bratislava, dove lo stesso giorno è iniziato uno sciopero a oltranza. La polizia, ha detto la portavoce dell’azienda, è stata chiamata e stava facendo i controlli del caso.

Altri avvisi di bomba sono stati riportati in tre filiali di istituti bancari (non si sa di quale banca) a Bardejov (regione di Presov), Presov e Bratislava, spingendo la polizia ad adottare i provvedimenti necessari. Secondo Tasr, si sarebbe trattato di sportelli di Raiffeisenbank e Tatra banka, e uno degli sportelli coinvolti sarebbe stato quello del centro commerciale Aupark, che nella magginata di mercoledì era stato evacuato per un breve periodo.

La situazione nella fabbrica della casa automobilistica tedesca, uno dei maggiori datori di lavoro in Slovacchia con oltre 12mila dipendenti, non si è ancora risolta e i lavoratori sono tutt’ora in sciopero. Martedì, all’avvio della protesta, il premier Fico aveva auspicato che si potesse trovare un accordo tra dirigenza e sindacati nel più breve tempo possibile. Fico ha ammesso che i lavoratori hanno delle ragioni, dicendo che «i nostri amici occidentali non capiscono quando noi chiediamo loro perché un operaio a Bratislava, in un’azienda della più alta qualità, elevata produttività e che produce le vetture più lussuose, ha un salario che è pari a un terzo, o al massimo la metà di quello di un lavoratore della stessa società appena 200 km più a ovest, dove c’è qualità inferiore, minore produttività e si producono prodotti di qualità minore», ha osservato Fico. Capisco che ci debba essere una differenza nei salari, ha affermato, ma «penso che la gente abbia il diritto di chiedere salari più alti», una richiesta che il primo ministro ritiene legittima anche se rifiuta di commentare oltre sulla questione.

(Red)


Foto volkswagen.sk

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.