Paolo Fresu martedì a Bratislava

Dopo la forzata cancellazione per ragioni personali del concerto di fine giugno, che avrebbe dovuto chiudere in modo eccelso il festival Dolce Vitaj 2017, Paolo Fresu sarà finalmente a Bratislava domani 26 settembre per suonare presso la Radio Slovacca e recuperare quella data per la gioia dei tanti italiani che lo attendevano con passione. Fresu, eccezionale trombettista di fama internazionale, pluripremiato in Italia e all’estero come uno dei talenti più puri del jazz, eclettico performer dalle tante facce e dalle mille collaborazioni, si esibirà con il chitarrista e compositore Bebo Ferra, anch’egli sardo e amico e collaboratore di una vita, in una serata che si preannuncia piena di emozioni.

Fresu, 56 anni, si avvicina alla tromba nella banda comunale del suo paese natale, Berchidda, in Gallura, provincia di Sassari, quando aveva 11 anni, e continua più tardi gli studi dello strumento presso il conservatorio del capoluogo. Qui viene fulminato dal jazz, una malattia che non lo abbandonerà più. Nell’anno in cui si diploma, nel 1984 al conservatorio di Cagliari, comincia anche la sua notorietà che gli porta i premi RadioUno Jazz, Musica Jazz e RadioCorriere TV come miglior talento del jazz italiano.

Nel 1990 la consacrazione a livello nazionale, con i premi Top jazz della rivista ‘Musica jazz’ come miglior musicista italiano, miglior gruppo (Paolo Fresu Quintet) e miglior disco (premio Arrigo Polillo per il ‘Live in Montpellier’), bissata anche all’estero con premi come miglior musicista europeo della ‘Académie du jazz’ di Parigi (1995) ed il prestigioso ‘Django d’Or’ quale miglior musicista di jazz europeo (1996), cui segue la nomination come miglior musicista internazionale (2000).

La sua attitudine allo scambio e l’apertura ad altri generi musicali, dalla musica afroamericana alla classica contemporanea, dalla etno dalla musica leggera/pop lo porta a decine di collaborazioni con musicisti di fama, italiani e internazionali, che sfociano in altrettanti concerti, tour e registrazioni. Al suo attivo oltre trecentocinquanta dischi, ottanta dei quali a proprio nome, con etichette di tutto il mondo.

Fresu, che oggi vive tra Bologna, Parigi e la Sardegna, ha sempre in cantiere decine di progetti, sia come musicista o compositore che come regista, docente, direttore di festival. Tra i nomi con i quali ha collaborato si possono ricordare in Italia Franco D’Andrea, Enrico Rava, Giovanni Tommaso, Enrico Pieranunzi, Giorgio Gaslini, Gian Luca Trovesi, Antonello Salis, mentre all’estero ha suonato con Kenny Wheeler, Gerry Mulligan, John Zorn, Richard Galliano, Jan Lundgren, Trilok Gurtu, Gil Evans Orchestra, Toots Thielemans, Omar Sosa, Carla Bley, Steve Swallow.

Bebo Ferra, 55 anni, rinomato chitarrista e compositore jazz, intraprende lo studio della chitarra all’età di nove anni, indirizzandosi all’ambito jazzistico e iniziando la carriera nel gruppo “Il Quintetto” guidato dal fratello. Negli anni ’80 si trasferisce a Milano e inizia a collaborare con musicisti come Paolo Fresi, Rita Marcotulli, Franco D’Andrea, la riedizione degli Area di Giulio Capiozzo, diverse orchestre per la RAI di Milano e le reti televisive Fininvest. Docente in corsi avanzati e master classes di jazz, ha collaborato con nomi come Enrico Rava, Steve Grossmann, John Stowell, Billy Cobham, Carol Welsman, Eddie Martinez, Gianluigi Trovesi, Antonello Salis.

Il concerto, che si svolge in collaborazione con RTVS, sarà registrato e trasmesso da Radio Devin.


Informazioni
Data: martedì 26 settembre 2017, ore 20:00
Luogo: Radio Nazionale Slovacca, Mytna 1, Bratislava
Organizzato da: Istituto Italiano di Cultura di Bratislava e Salek Production
Ultimi biglietti a 15 euro in vendita su Ticketportal
Info: www.paolofresu.it

Foto: paolofresu.it, dromosfestival, IIC

Articolo pubblicato inizialmente il 22 giugno 2017

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Set    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

ARCHIVIO

pubblicità google