Il Parlamento ha scelto Reznik a capo di RTVS

La nomina del nuovo direttore generale dell’emittente radiotelevisiva pubblica RTVS è finita oggi come previsto. Nonostante i mal di pancia del partito junior del trio di governo, la coalizione si è compattata sul nome di Jaroslav Reznik gradito ai socialdemocratici di Smer e ai nazionalisti di SNS. Il partito moderato Most-Hid desiderava un altro nome  ma alla fine ha piegato la testa e deciso di non dividere la coalizione.

Reznik, attuale capo dell’agenzia di stampa statale Tasr, assume così l’incarico di ceo della Radio e Televisione della Slovacchia (RTVS) a partire da agosto, dopo essere stato eletto in una seduta in Parlamento a scrutinio segreto con 95 voti. Va a casa invece dopo un mandato quinquennale il corrente direttore di RTVS Vaclav Mika, sostenuto da 50 deputati.

Reznik e Mika erano passati al ballottaggio dopo un primo turno nel quale erano stati votati rispettivamente da 73 e 53 deputati.

Reznik, nato nel 1966 a Ruzomberok (regione Zilina), laureatosi in lingua slovacca e ucraina a Presov, ha successivamente insegnato storia della letteratura slovacca antica nello stesso ateneo. Nel 1993 fu nominato direttore della sede regionale di Kosice della Radio Slovacca (SRo), prima di diventare capo dell’emittente a livello nazionale tra il 1997 e il 2005. Nel corso del primo governo Fico, quando anche Vladimir Meciar era parte della maggioranza, Reznik fu nominato nel 2007 direttore generale dell’agenzia Tasr, rieletto per altri due mandati. È sotto il suo mandato che l’agenzia si è molto rinnovata e ha lanciato un servizio online molto seguito, e un canale di web tv.

Mika, che cinque anni fu voluto a capo del gruppo radiotelevisivo pubblico dal ministro della Cultura Madaric, numero due dei socialdemocratici (Smer-SD), ha ricevuto negli ultimi mesi l’aperta ostilità del primo ministro Robert Fico, che lo ha accusato di parteggiare per l’opposizione e trascurare il buoni risultati del suo governo, opinioni che sono state pubblicamente condivise dal leader del secondo partito di governo Andrej Danko (SNS). I numeri tuttavia dicono che il servizio pubblico sotto Mika, in passato direttore del primo gruppo media privato TV Markiza, è molto migliorato, sia in percentuali di ascolto che in bilanciamento dell’informazione, con il giudizio positivo del pubblico riscontrato da recenti sondaggi indipendenti.

Il quotidiano Dennik N fa notare che nei 95 voti ricevuti da Reznik ci sono anche quelli dei fascisti di Kotleba. Il vice presidente di LSNS, Michal Uhrik, ha detto a RTVS che credono che Reznik sia la scelta migliore, e che con lui al comando il suo partito avrà più spazio sui canali radio e tv dell’emittente pubblica, ha scritto Dennik N.

Reznik ha ringraziato per i voti, che, lui dice, gli daranno un « mandato molto forte» per realizzare il suo programma di rendere RTVS una istituzione culturale nazionale, con una specifica missione di servizio pubblico. Nella presentazione delle sue priorità davanti alla commissione parlamentare Media, Reznik aveva detto che ritiene fondamentale l’uso di RTVS come mezzo per aumentare l’istruzione della popolazione e dare maggiore attenzione alle minoranze etniche.

(La Redazione)


Foto tablet.tv, stux/CC0

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google