Disoccupazione al 7,35% nel mese di maggio, un record storico per la Slovacchia

Il tasso di disoccupazione in maggio è sceso al 7,35% in Slovacchia, sotto di 0,39 punti percentuali sul mese precedente e di ben 2,1 punti rispetto al maggio 2016. L’annuncio è venuto oggi in una conferenza stampa del direttore del Centro nazionale per il lavoro (UPSVaR) Marian Valentovic cui hanno partecipato il primo ministro Robert Fico e il ministro del Lavoro Jan Richter, entrambi esponenti del partito Smer-SD. Il premier ha detto che dalla creazione della Slovacchia come Stato indipendente, nel 1992, la disoccupazione non è mai stata così bassa. Solo nel 2008 si è visto qualcosa di simile, quando i senza lavoro erano pari al 7,36%, ha ricordato Fico.

Il tasso di senza lavoro è sceso a maggio in tutte le regioni della Slovacchia, con i cali più importanti visti nella regione di Banska Bystrica, che si è tuttavia fermata all’11%, terzo peggior tasso nel Paese dopo le regioni di Presov (12,2%) e Kosice (11,88%). A livello locale il distretto che ha fatto peggio è quello di Rimavska Sobota, dove quasi una persona su quattro (il 23,31%) è registrata presso l’ufficio del lavoro, mentre Piestany, nella regione di Trnava, registra il più basso tasso del Paese, 2,4%.

(Red)


Foto werner22brigitte/CC0

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.