Smog, la Slovacchia indietro per qualità dell’aria rispetto alla media UE

L’aria slovacca è troppo inquinata secondo i parametri europei, con «un elevato livello di particolato PM10 e PM2.5 in confronto alla media dell’UE», risultati che «hanno un impatto negativo importante sulla salute umana». All’interno dell’UE la Slovacchia è «terza come quota di popolazione esposta a concentrazioni eccessive di PM2.5, che si sta riducendo a metà del ritmo della media europea», osserva un rapporto intermedio di revisione sulla questione.

L’80% circa delle famiglie, imprese e istituzioni sono da ritenersi responsabili di questi inquinanti solidi, cui contribuiscono in particolare «la quota elevata di combustibili solidi nelle famiglie, comprese la biomasse, e l’utilizzo di motori a combustione di scarsa qualità nei mezzi utilizzati per il trasporto passeggeri». Nei distretti di Rimavská Sobota, Čadca e Tvrdošín (il primo nella regione di Banska Bystrica, gli altri due in quella di Zilina), si sono registrati il maggior numero di abitazioni che bruciano combustibile solido come fonte per il proprio riscaldamento. Dal 2010 sono stati investiti in Slovacchia, in gran parte provenienti da fondi UE, 293 milioni di euro per migliorare la qualità dell’aria. Ma i risultati sono quanto meno modesti, dice il rapporto. Alla fine di questo mese ci si attende la presentazione di nuove proposte per rendere più efficiente l’utilizzo del denaro in questo settore.

(Red)


Foto Hans CC0

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google