Kiska: la Slovacchia sostiene il desiderio dell’Ucraina di integrazione nell’UE

Il presidente slovacco Andrej Kiska in un discorso alla frontiera slovacco-ucraina di Vysne Nemecke, nella regione di Kosice, durante l’incontro con il capo dello Stato ucraino Petro Poroshenko ha dichiarato domenica che la Slovacchia dà il suo pieno sostegno a Kiev nel suo tentativo di aderire all’UE. L’incontro tra i due presidenti intendeva celebrare l’introduzione di un regime di movimenti senza visto tra l’UE e l’Ucraina, entrato in vigore il giorno stesso. Kiska ha detto che la liberalizzazione dei visti è una cosa di rilievo non solo per l’Ucraina ma anche per l’UE e la Slovacchia, e avvicina maggiormente il paese ex sovietico alla realizzazione del sogno europeo. Gli stati membri dell’Unione europea hanno approvato il “no-visa regime” il mese scorso a Strasburgo, che permetterà agli ucraini in possesso di passaporto biometrico di viaggiare liberamente nella zona Schengen per brevi soggiorni fino a tre mesi. La liberalizzazione dei visti non dà tuttavia ai cittadini ucraini il diritto di lavorare all’interno dell’UE.

(Red)


Foto (archivio) prezident.sk

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.