Festival Dolce Vitaj, moda e musica due chiavi della creatività italiana

Le arti visive e la moda sono una parte essenziale della cultura italiana. La decima edizione del festival Dolce Vitaj offre una mostra di fotografie di Max Botticelli dal titolo Ritratti di moda italiana, forme ed emozioni in divenire, che apre il 2 giugno 2017 presso la Sala Dvorana del Ministero della Cultura. Oggi pomeriggio si svolge invece una discussione con il prestigioso fotografo di moda. Max Botticelli lavora per prestigiosi marchi di moda e stilisti come Giorgio Armani, Gianfranco Ferrè, Iceberg, Antonio Marras, Valentino, Kenzo, Alidiomichelli, Albino, Monvieve, Renato Balestra, Gattinoni e Romeo Gigli.

Le sue fotografie sono apparse su importanti riviste di moda come Cosmopolitan, Vogue Italia, D. Repubblica. Fortemente influenzata dallo stile degli anni ’70 e ’80, l’opera di Botticelli è riconoscibile per il suo approccio espressivo che interpreta e trasforma questi periodi nell’ottica di oggi. La mostra, che cattura uno spaccato del suo lavoro nelle varie forme della moda italiana, rimarrà aperta dal 3 al 18 giugno (ore 10-18) presso la Sala Dvorana del Ministero della Cultura, su Namestie SNP 33 a Bratislava.

Il fotografo ha anche accettato l’invito a un dibattito speciale per l’iniziativa Fashion Live! Talk che si tiene il 2 giugno alle ore 18.00 presso il Satori Stage (Mickiewczova 9, Bratislava), moderato da Zora Husarcikova, che parlerà con Max Botticelli di moda, fotografia, e di ciò che sta accadendo sul palcoscenico della moda italiana.


Max Botticelli – Ritratti di moda italiana
Quando: 3-18 giugno 2017, ore 10:00-18:00
Dove: Sala Svorana, Min. Cultura, Namestie SNP 33, Bratislava
Organizzato da: Istituto Italiano di Cultura di Bratislava
Ingresso libero
Info: IIC, www.maxbotticelli.com


Max Botticelli – Fashion Live! Talk
Quando: venerdì 2 giugno 2017, ore 18:00
Dove: Satori Stage, Mickiewczova 9, Bratislava
Ingresso libero
Info: IIC

 


 

Lunedì 5 giugno si svolgerà poi il concerto di apertura del festival, affidato quest’anno al pianista milanese Federico Albanese. «Elegante e minimalista, sognante e suggestivo, uno dei migliori esempi di moderna musica neoclassica, comparabile con artisti di rilevanza internazionale quali Olafur Arnalds, Nils Frahm, Dustin O’Halloran, Michael Nyman, Federico Albanese crea momenti di raffinata bellezza, portando l’ascoltatore in uno spazio in cui si fondono in maniera naturale il pianoforte classico e l’elettronica», dice dell’artista Marco Gerbi dell’Istituto Italiano di Cultura di Bratislava, principale organizzatore del festival.

Pianista e compositore, Federico Albanese (1982) vive a Berlino ed è noto per le sue melodie ariose e cinematografiche in cui unisce mirabilmente musica classica ed elettronica, minimalismo e pop. Il suo album di debutto The Houseboat and the Moon è stato acclamato dalla critica come «uno dei più bei dischi di musica classica moderna degli ultimi anni». Nel corso della sua carriera ha collaborato con Ludovico Einaudi, ha composto musica per film e le sue arie sono state utilizzate da stilisti come Louis Vitton, Ermenegildo Zegna e Phillip Lim. Nel 2013 è stato uno degli ospiti del prestigioso festival all’aperto inglese Womad, mentre nel luglio di quest’anno si esibirà al celebre Montreux Jazz Festival. Albanese sarà per la prima volta in Slovacchia come parte del suo tour europeo 2017. L’ingresso al concerto presso il Palazzo del Primate a Bratislava è libero fino ad esaurimento posti.


Federico Albanese
Quando: lunedì 5 giugno 2017, ore 19:00
Dove: Palazzo Primaziale, Bratislava
Organizzato da: Istituto Italiano di Cultura di Bratislava
Ingresso libero
Info: IIC, www.federicoalbanese.com

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Set    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

ARCHIVIO

pubblicità google