Il ministro Lajcak criticato per sostegno alla Turchia per adesione UE

Ha suscitato reazioni piccate da parte di alcuni politici l’apertura del ministro degli Affari esteri ed Europei Miroslav Lajcak all’adesione della Turchia all’Unione europea che il ministro ha espresso incontrando il suo omologo turco venerdì a Bratislava. Lajcak aveva dichiarato che la Slovacchia appoggia le ambizioni della Turchia nell’aderire all’UE, perché «ricordiamo molto bene come la Turchia ha aiutato la nostra integrazione nella NATO, e ora siamo pronti a mettere a frutto la nostra esperienza e l’influenza nel percorso della Turchia nel diventare membro dell’UE». Lajcak ha descritto eccellenti le relazioni slovacco-turche, e prive di problemi irrisolti, mentre ha ammesso che oggi le relazioni di Ankara con Bruxelles sono in una fase di blocco. Lo slovacco e il collega Mevlut Cavusoglu  hanno discusso di come ripristinare la fiducia tra le parti e rilanciare il processo di negoziazione con l’Unione europea. Lajcak ha detto che  l’adesione all’UE «non è basata sui meriti ma su criteri rigorosi», che ogni paese deve rispettare. Cavusoglu ha riconosciuto il sostegno della Slovacchia e il coinvolgimento di Lajcak nella questione, e ha detto che il suo Paese accoglierà con favore le critiche costruttive provenienti dalla Slovacchia.

Ma la mossa di Lajcak, uno dei quattro vicepresidenti del partito socialdemocratico Smer-SD, è stata criticata da un partner cruciale di governo per le sue dichiarazioni. Jaroslav Paska, vicepresidente del Partito Nazionale Slovacco (SNS) e numero due della commissione parlamentare Affari esteri, ha commentato l’incontro del ministro dicendo che «l’Europa intera» osserva i cambiamenti in corso in Turchia e ne denuncia il «contrasto con i principi democratici. I leader politici dell’UE sottolineano che la Turchia al momento non soddisfa le condizioni necessarie per essere accettata nell’Unione».

Un altro politico, il deputato europeo Ivan Stefanec eletto nel 2014 con il partito SDKU e membro del PPE, ritiene che Lajcak non abbia titolo per fare dichiarazioni per conto della Slovacchia senza prima consultarsi con il Parlamento o almeno con la commissione Esteri. Stefanec ha sottolineato che l’Europarlamento ha adottato una risoluzione per chiedere la sospensione dei negoziati con Ankara dopo le misure messe in atto a seguito del fallito colpo di stato in Turchia dell’estate scorsa.

(Red)


Foto mzv.sk

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Set    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

ARCHIVIO

pubblicità google