Difesa, nella NATO quasi nessuno supera il 2% di spesa come vorrebbe Trump

Della spesa per la difesa degli alleati se ne è parlato al vertice NATO che ha preceduto il G7 di Taormina, la scorsa settimana. E del resto è uno dei pallini fissi del presidente americano Trump. Finora, soprattutto dopo la Guerra Fredda, ma in realtà anche durante, avevano fatto quasi tutto gli USA. Che spendevano circa il doppio dei Paesi europei dell’Alleanza Atlantica. E quasi il triplo dell’Italia.

Trump vorrebbe cambiare la situazione, sia per tagliare le spese USA, ma soprattutto per non lasciare all’Europa questo vantaggio fiscale. Ovvero quello di permettersi di spendere così poco per la difesa sfruttando l’ombrello americano.

Ma come è la situazione della spesa per la difesa nel 2016 in Europa e negli USA? Ce lo dice una mappa su dati di Bloomberg. La mappa mostra molto bene il disequilibrio all’interno della NATO. Si va dal 3,6% degli USA allo 0,9% del Belgio. Quasi tutti i Paesi sono sotto il target NATO del 2%. Di fatto solo Regno Unito, Polonia, Estonia, Grecia, sono al di sopra. Nel caso di Polonia ed Estonia per il timore della Russia. In quello della Grecia, al 2,4%, per una tradizione anche clientelare legata all’esercito. Negli altri casi si sta sotto la soglia del 2% anche di molto […continua…]

Leggi il resto qui


Foto 7armyjmtc cc-by

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.