Commissione su conflitto interessi: figlia presidente Kiska non era su volo di Stato

È stata chiusa la scorsa settimana la procedura di indagine aperta in aprile dalla commissione parlamentare sul conflitto di interessi riguardo a un viaggio in Polonia del presidente Andrej Kiska,  quando l’aereo presidenziale avrebbe ospitato anche la figlia del presidente e altri soggetti privati per recarsi all’inaugurazione di un grattacielo della società slovacca HB Reavis, entità per cui lavora la figlia.

Le accuse di aver utilizzato per fini personali un volo di Stato veniva da una mozione presentata da parlamentari dei partiti di governo Smer-SD e SNS. Il presidente della commissione ha tuttavia sospeso la pratica perché non c’era alcuna prova a sostegno della tesi presentata nella mozione. Kiska aveva risposto alle accuse dicendo di non aver viaggiato in compagnia della figlia. La stessa versione dei fatti era stata anche confermata dal ministero dell’Interno slovacco che ha la gestione della flotta aerea governativa e dei voli degli alti ufficiali dello Stato.

(Red)


Foto portalfab cc-by-nc-sa

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Set    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

ARCHIVIO

pubblicità google