La Slovacchia vuole aumentare gli scambi con la Cina

Il ministero slovacco degli Affari esteri ed Europei considera la Cina un partner importante non solo per la Slovacchia, ma anche per l’intera Unione europea, e la Slovacchia «è impegnata a mantenere e migliorare la collaborazione con la Cina basata sul rispetto reciproco, sull’uguaglianza e sugli interessi condivisi». Questo ha detto il portavoce del ministero Peter Susko a Tasr, spiegando che il ministero vuole incentivare l’export slovacco e dare maggiore spazio alle piccole e medie imprese del Paese.

Nel campo economico si punta sul rafforzamento del commercio bilaterale, lo sviluppo di partenariati tra imprese e soprattutto il sostegno agli investimenti reciproci. Tutti campi nei quali ci sono potenzialità inutilizzate da parte cinese, ha dichiarato Susko, dato che Pechino oggi ha appena l’1% degli investimenti diretti esteri (Ide) in Slovacchia.

Le aree economico-produttive nelle quali si intravedono potenzialità oggi inespresse sono in particolare l’ingegneria, l’energia, la gestione dell’acqua, la protezione dell’ambiente, l’alimentazione e le bevande, il turismo, la logistica, la ricerca e la tecnologia.

Come quinto maggior partner commerciale della Slovacchia, la Cina ha raggiunto nel 2016 un livello di scambi commerciali bilaterali di circa 6,7 miliardi, mentre le esportazioni slovacche sono state 1,4 miliardi di euro, di cui tre quarti rappresentati da automobili.

(Red)


Foto skeeze CC0

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.