Parlamento europeo: rafforzare difesa pubbliche amministrazioni da cyberattacchi

L’aula di Strasburgo ha approvato a larga maggioranza una risoluzione sul piano d’azione per l’eGovernment 2016-2020 dell’Ue.

Bruxelles – Serve «un approccio europeo» per garantire «la protezione degli enti pubblici dagli attacchi informatici e la loro capacità di resistere a tali attacchi», che sono «estremamente importanti e devono essere migliorate». Lo ha chiesto il Parlamento europeo che martedì ha approvato a larga maggioranza (570 ‘sì’, 70 ‘no’ e 36 astensioni) una  risoluzione sul piano d’azione per l’eGovernment 2016-2020 dell’Ue.

Il testo constata che «solamente il 15 % degli europei dichiara di avere una sensazione di totale controllo sull’utilizzo dei propri dati personali» e quindi «ritiene importante esaminare ulteriormente il principio della proprietà dei dati e confida nel fatto che le future misure possano essere sviluppate». Inoltre, gli eurodeputati chiedono anche alle pubbliche amministrazioni europee di fornire servizi digitali accessibili, transfrontalieri, personalizzati e user-friendly entro il 2022.

Leggi anche:

Cyber-difesa: gli esperti chiedono di promuovere più strategia, cultura e competenze

(Fonte Eunews.it)

Rispondi

Ristorante da Massimo

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

news giorno x giorno

maggio: 2017
L M M G V S D
« Apr    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

ARCHIVIO

pubblicità google