Dodici candidati per la poltrona di direttore della radiotelevisione pubblica RTVS

Sono dodici i candidati in corsa per la carica di direttore generale della Radio e Televisione della Slovacchia (RTVS), il gruppo radiotelevisivo pubblico. Lo ha confermato il presidente della commissione parlamentare per la Cultura e i media Dusan Jarjabek (Smer-SD) mercoledì dopo la scadenza del termine ultimo per la presentazione delle domande.

Tra i concorrenti vi sono nomi conosciuti del settore giornalistico e media, come Peter Abraham, Margita Bencova, Richard Direr, Fedor Flasik, Janka Lastovicova, Norbert Majer, l’attuale direttore di RTVS Vaclav Mika, Ales Rehak, il direttore del’agenzia di stampa Tasr Jaroslav Reznik, Michal Ruttkay, Zuzana Ťapáková e Stanislav Velitzky.

L’apertura pubblica delle buste con le candidature e i progetti dei candidati per l’emittente puvvlica si è svolta ieri alla commissione media, i cui membri hanno il compito di verificare che i candidati soddisfino tutti i requisiti per partecipare alla gara. Il 30 maggio saranno tenuti i primi colloqui con i candidati, il cui ordine sarà estratto a sorte.

Ai candidati è stato richiesto di allegare, oltre a un curriculm vitae strutturato, un progetto per la gestione e lo sviluppo di RTVS di almeno 20 pagine.

Il primo ministro Robert Fico (Smer-SD) aveva recentemente accusato la direzione di RTVS per una linea editoriale troppo sbilanciata verso l’opposizione. Per questo Fico ritiene necessaria la sostituzione dell’attuale direttore generale Vaclav Mika, nonostante recenti sondaggi indipendenti mostrerebbero che il giudizio positivo del pubblico sulla neutralità dei telegiornali delle reti RTVS è passato dall’11% del 2012 al 24% del 2016. Inoltre, ricorda la direzione dell’emittente, lo scorso novembre i programmi di RTVS hanno raggiunto uno share migliore di quelli della concorrente Markiza del 24%.

Sulle minacce di Fico verso il direttore di RTVS è intervenuto anche l’International Press Institute (IPI), secondo il quale il modo in cui il premier cerca di tenere sotto controllo l’emittente di Stato «è inadeguato e poco saggio», e mette a rischio la sua indipendenza. I media pubblici non possono svolgere la loro funzione se non gli si garantisce di potere operare in modo indipendente dalle interferenze politiche, dice IPI, che si appella in questo senso ai parlamentari slovacchi

Il nuovo direttore di RTVS sarà votato dal Parlamento nella prossima seduta del mese di giugno.

(La Redazione)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google