Il festival italiano “Dolce Vitaj” festeggia 10 anni

Il Festival “Dolce Vitaj” nel 2017 festeggia il 10° anniversario, un traguardo importante fatto di tanti eventi che nel corso del tempo hanno permesso di presentare in Slovacchia protagonisti ed eccellenze della cultura italiana.

Anche questo anno l’ampio pubblico che segue il festival avrà certamente motivo di interesse, si parte con una mostra dedicata all’artista di fama mondiale Emilio Isgrò che per la prima volta arriva in Slovacchia con un’ampia selezione di opere, esposte presso la Galleria di Arte della Città di Zilina (dal 18 maggio al 18 giugno). Isgrò è un artista che ha partecipato ben 4 volte alla Biennale di Venezia (1972, 1978, 1986, 1993) ed ha ricevuto il primo premio alla Biennale di San Paolo (1977).


Emilio Isgrò, Libro cancellato (1964)

Presso la Sala Dvorana del Ministero della Cultura sarà visibile, dal 3 al 18 giugno, la mostra di Max Botticelli, fotografo celebre per lavorare con note case di moda e stilisti come Giorgio Armani, Gianfranco Ferrè, Iceberg, Antonio Marras, Valentino, Kenzo, Albino, Monvieve, Renato Balestra, Gattinoni e Romeo Gigli, le immagini esposte riguarderanno appunto la moda e la bellezza dei suoi ritratti.


Una immagine di Max Botticelli

Il concerto di inaugurazione, con ingresso libero, sarà il 5 giugno presso il Palazzo Primaziale di Bratislava con il pianista milanese Federico Albanese, conosciuto per avere collaborato anche con Ludovico Einaudi. Le sue composizioni oniriche e raffinate hanno legami con Dustin O’Halloran, Nils Frahm, Michael Nyman e Olafur Arnalds.

La musica di Federico Albanese è stata utilizzata da stilisti come Louis Vitton, Ermenegildo Zegna e Phillip Lim, ha inoltre scritto colonne sonore per dei film, tra cui “Shadow in the distance” del regista Orlando Bosch, presentato al Festival del Film di Shangai nel 2013.

Il festival avrà come di consueto anche la sezione Cinevitaj con quattro pellicole della filmografia classica come il “Sorpasso” di Dino Risi 6/6, “Matrimonio all’italiana” di Vittorio de Sica 10/6, “Il conformista” di Bernardo Bertolucci 13/6 e la “Dolce vita” di Federico Fellini 22/6, riproposte in versione digitale restaurata, proiettate presso il Teatro Arena di Bratislava.

Guglielmo Poletti che ultimamente ha presentato le sue opere al Salone del Mobile di Milano sarà l’ospite italiano di Bratislava Design Week.  A Bratislava Poletti esporrà suoi lavori ed inoltre sarà relatore al convegno BADW Design Lectures, del 7/6, presso la chiesa Klarisky.

In occasione del 150° anniversario della nascita dello scrittore Premio Nobel Luigi Pirandello in collaborazione con il Teatro Nazionale Slovacco, il 28 giugno, presso il Teatro Nazionale, si terrà una serata a lui dedicata.

Il 25 giugno presso l’Auditorium della Radio Nazionale Paolo Fresu, leggendario trombettista jazz di fama mondiale, si esibirà per la prima volta in Slovacchia.

Nel corso della sua carriera Fresu ha vinto numerosi premi in Italia e all’estero, come ad esempio il prestigioso “Django d’Or” (miglior musicista jazz europeo) e nel 2000 ha ricevuto la nomination come “Miglior musicista internazionale”. Le sue tante collaborazioni gli hanno permesso di esibirsi in ogni continente con grandi esponenti della musica jazz e contemporanea. Ha suonato in oltre 350 album, di cui un’ottantina a proprio nome e gli altri con collaborazioni internazionali.


Paolo Fresu & Bebo Ferra

Fresu è un artista che spazia tra vari generi, dalla musica antica a quella contemporanea, dal jazz alla etnica ed inoltre partecipa a progetti multimediali assieme a personalità del mondo letterario e teatrale italiano e internazionale. Ricordiamo, tra le collaborazioni quelle con importanti nomi dell’entourage jazzistico come quelle con Omar Sosa, Gianluca Petrella, Manu Katché, Eivind Aarset, Dave Douglas, Richard Galliano e Jan Lundgren. Paolo Fresu nella capitale slovacca suonerà insieme ad un altro musicista di eccezione come il chitarrista Bebo Ferra.

Bakura ensemble entusiasmante formazione di musica da camera nata, nel 2005, come quartetto d’archi presso il Conservatorio Giuseppe Verdi di Como suoneranno, con due diversi programmi, a Svätý Jur il 30/6  ed a Bratislava al festival Viva Musica! Hudba v sade il 1/7. Gli attuali componenti di questo quartetto collaborano regolarmente con note formazioni cameristiche, orchestrali, con produzioni televisive e cinematografiche e con grandi personaggi del panorama musicale italiano ed internazionale come Giovanni Sollima, Nicola Piovani e David Garrett.

Organizzatori del Dolce Vitaj: l’Istituto Italiano di Cultura, la Camera di Commercio Italo-Slovacca e l’Ambasciata d’Italia.
Principale sponsor del festival: VÚB banka.
Il Dolce Vitaj si svolge con il Patrocinio del Ministro della Cultura della Rep. Slovacca Marek Maďarič e del Sindaco di Bratislava Ivo Nesrovnal.

Il Dolce Vitaj del 2017 festeggia i suoi 10 anni di esistenza con prestigiosi eventi italiani che porteranno emozioni, musica, bellezza, moda, arte, cinema, design e tanto altro che caratterizzano il nostro Paese. Tutti gli amici della cultura italiana che vivono in Slovacchia, avranno quindi validi motivi per seguire il festival che anche in questa edizione presenta nuovi ed eccellenti protagonisti come il jazzista Paolo Fresu, l’artista Emilio Isgrò, il fotografo di moda Max Botticelli, il pianista Federico Albanese e tanti altri talenti che sono sicuro non deluderanno le aspettative di tutti!

Gabriele Meucci, Ambasciatore d’Italia in Slovacchia

Maggiori informazioni:
www.dolcevitaj.eu
www.iicbratislava.esteri.it


Foto S.Ghilardi cc-by

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Set    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

ARCHIVIO

pubblicità google