Governo approva accelerazione processo per la costruzione delle strade

Il consiglio dei ministri ha discusso oggi e approvato un provvedimento preparato dal ministero dei Trasporti che consentirà la realizzazione di lavori preparatori per la costruzione di strade e autostrade prima ancora dell’esproprio dei terreni relativi. Si tratta di alcune opere reversibili, in particolare il rilascio dei permessi legate alla costruzione di alcune strade, che diventeranno così legittime prima che il processo di esproprio e acquisto dei lotti di terra sia concluso, mantenendo tuttavia aperte le possibilità per i proprietari di difendere i propri interessi.

Tecnicamente si tratterà di un “possesso preliminare”, un nuovo istituto giuridico che permetterà le opere di cui sopra e dovrebbe aiutare lo Stato a gestire i casi di speculazione fondiaria che allungano i termini della procedura.

Il Parlamento è pronto poi a deliberare su questo emendamento con una procedura accelerata per far sì che possa entrare in vigore, come vuole il governo, per la data del 15 maggio.

Il ministro dei Trasporti Ersek aveva accennato la scorsa settimana a ritardi dovuti alle difficoltà di acquisire terreni per la tangenziale di Bratislava dove certi speculatori stanno cercando di trarre il massimo profitto dalle vendite dei terreni, spesso acquistati pochi mesi fa per puro spirito speculativo sulla base di informazioni interne e di prima mano sul tracciato futuro della grande infrastruttura.

(Red)


Foto PDP CC0

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.