1.766 slovacchi hanno perso la cittadinanza (23 in Italia) per la legge del 2010

Sono stati 1.766 gli slovacchi che fino all’aprile 2017 hanno perso la cittadinanza slovacca in base alla legge del 2010 che limita la concessione del doppio passaporto ai cittadini che acquisiscono la cittadinanza di un paese straniero. Come informa il ministero dell’Interno, il maggior numero di slovacchi ha perso la cittadinanza slovacca a favore di quella ceca (464 persone) e di quella tedesca (422). Seguono, a distanza, gli slovacchi che hanno conseguito la cittadinanza austriaca (253), britannica (164), ungherese (91), statunitense (74) e norvegese (41). Ventitre sono gli slovacchi che in questi anni hanno dovuto rinunciare alla cittadinanza slovacca per aver preso il passaporto italiano.

La norma è contenuta nella legge sulla Cittadinanza dello Stato introdotta dal primo governo di Robert Fico a metà del 2010 che vieta la cittadinanza di due paesi allo stesso tempo. L’iniziativa voleva rispondere all’Ungheria il cui parlamento aveva esteso la possibilità di acquisire la cittadinanza magiara per tutti i cittadini di etnia ungherese fuori del paese. La legislazione di Budapest mise in allarme non solo la Slovacchia, dove circa il 10% della popolazione appartiene alla minoranza etnica magiara, ma anche altre nazioni confinanti, come Serbia e Romania, dove pure ci sono importanti minoranze ungheresi.

Negli ultimi anni sono stati diversi i tentativi di mitigare gli effetti della legge, ma tutti hanno fallito. Il ministero dell’Interno ha iniziato nel febbraio 2015 a restituire la cittadinanza slovacca a persone cui era stata ritirata dopo aver preso la cittadinanza di un paese straniero dove hanno la residenza per questioni famigliari o di lavoro.

(Red)


Foto lukemontague cc-by-nc-sa

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Set    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

ARCHIVIO

pubblicità google