Nuovi debiti degli ospedali portano il rosso complessivo della sanità a 627 milioni

La sanità pubblica slovacca ha visto crescere l’indebitamento di 100 milioni di euro nel 2016, quando il passivo totale è arrivato a 627,24 milioni di euro. Lo dice una relazione sul debito del settore sanitario passato sul tavolo del governo mercoledì in cui appare che la parte maggiore del debito, 547 milioni, proviene dall’attività degli ospedali universitari statali. Su 13 ospedali solo quello di Banska Bystrica non ha creato nuovo debito.

Il ministro della Sanità Tomas Drucker ritiene che le continue gestioni in rosso siano una delle principali cause della situazione del settore, cui si aggiunge una quota elevata sul totale di costi del personale e spese per l’uso di medicinali e materiali medici. Drucker sottolinea come le entrate delle compagnie di assicurazione sanitaria non riescono a coprire il costo dell’insegnamento negli ospedali nonostante una graduale riduzione degli altri costi.

Sono pertanto necessari, secondo Drucker, nuove risorse aggiuntive, otlre che un ulteriore regolamento dei debiti degli ospedali nel lungo termine, costi che secondo il ministro si possono stimare in almeno 150 milioni di euro, anche se non c’è alcuna garanzia che gli ospedali non continueranno a produrre perdite.

Altri 190 milioni sono il rosso dell’assicuratore sanitario statale VsZP, composto da 112 milioni prodotti nel 2016 e altri 78 milioni risalenti al 2015. Ora Drucker vuole parlare con il ministro delle Finanze Kazimir per risolvere la questione di fondi aggiuntivi per il settore.

(Red)


Foto skeeze CC0

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Set    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

ARCHIVIO

pubblicità google