C’è un’Europa che tifa Le Pen

La profonda polarizzazione della società francese, incarnata dai due candidati che si affronteranno nel secondo turno delle elezioni presidenziali, emerge in maniera ancora più chiara se ci si sposta in un altro paese europeo.

Vista dalla Polonia, questa polarizzazione colpisce ancora di più perché riflette quella della stessa società polacca: la Polonia, che ieri era la principale “storia di successo” dell’integrazione degli ex paesi comunisti nella costruzione europea, oggi è diventata un paese diviso e sempre più lontano dai valori dell’Unione.

Inquieti, i componenti della società civile polacca, ingabbiati dal governo ultraconservatore del partito Diritto e giustizia (Pis) di Jarosław Kaczyński, mi rivolgono domande preoccupate, per sapere se Emmanuel Macron può vincere.

“Il governo spera in segreto in una vittoria di Marine Le Pen, che metterebbe fine alle tensioni sempre più forti con Bruxelles”, mi dice uno di loro, e questo nonostante i flirt della candidata d’estrema destra con Vladimir Putin spaventino la Polonia, visto che le truppe della Nato sono schierate di fronte alla Russia, e Mosca, l’ex “sorella maggiore”, mostra nuovamente i muscoli.

Lo stesso sentimento esiste in Ungheria, dove il presidente Viktor Orbán deve affrontare la condanna dell’Unione europea per l’ennesima misura autoritaria: il tentativo di chiudere l’Università d’Europa centrale finanziata dalla sua bestia nera, il miliardario americano d’origine ungherese, George Soros. Arrivato a Bruxelles il 26 aprile, Viktor Orbán ha ricevuto un severo rimprovero dagli eurodeputati che lo ha lasciato di stucco. […continua…]

Continua a leggere qui


Foto BlandineLeCain cc-by

1 comment to C’è un’Europa che tifa Le Pen

  • paolo libuda

    Secondo l’autore di questo pezzo, la “società civile” in Polonia e Ungheria è costituita da coloro che sono contrari ai governi regolarmente eletti. Come a dire, come sempre, che chi si allinea al pensiero unico, europeista, mondialista, avanti tutti gli immigrati del mondo, eccetera, è la “società civile”, quella degli eletti, dei prescelti da Dio, quella dei politicamente corretti. Il resto è vile marmaglia populista, , fascista, e via di seguito.
    Complimenti. Tutti ottimi motivi per convincermi ancora di più che da questa palude bisogna uscire al più presto, sperando sia possibile.

Rispondi

Ristorante da Massimo

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

news giorno x giorno

maggio: 2017
L M M G V S D
« Apr    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

ARCHIVIO

pubblicità google