Due deputati di Nostra Slovacchia accusati di estremismo e incitamento all’odio

L’Agenzia nazionale anticrimine (Naka) ha sporto denuncia giovedì nei confronti del parlamentare Stanislav Mizik del partito di estrema destra del Partito Popolare Nostra Slovacchia (LSNS), accusato di estremismo e del reato di diffamazione di una nazione, razza o religione. La polizia ha raccolto diverse prove presso l’ufficio del parlamentare, in sua presenza, ed esaminato sospetti e circostanze che coinvolgono anche un altro deputato dello stesso partito, Milan Mazurek.

Le accuse riguardano dichiarazioni di Mizik su un social network dove egli ha fatto diverse osservazioni sui destinatari di onorificenze di Stato, con riferimento alla loro origine ebraica.

Più tardi nella stessa giornata il leader del partito Marian Kotleba, governatore della Regione di Banska Bystrica, ha affermato in una conferenza stampa che in Slovacchia il potere è «nelle grinfie di un regime fascista» che non ha scrupoli a usare le forze dell’ordine per reprimere la vera opposizione. È increscioso, ha detto Kotleba, e un precedente pericoloso, che l’azione di polizia contro il deputato si è svolta nel corso di una sessione della commissione per l’Istruzione del Parlamento, di cui Mizik è membro. Agendo «sulla base di accuse costruite ad arte, è stato chiaramente interrotto in modo brutale il libero esercizio del suo mandato di deputato, che lui ha ricevuto nel corso di un’elezione democratica». Una cosa «mai accaduta nella storia della Slovacchia», ha detto Kotleba, alludendo all’arresto del deputato davanti ai membri della commissione parlamentare. Kotleba si è chiesto chi sia il “duce” che ha dato gli ordini: il primo ministro Fico, il ministro degli Interni Kalinak o la ministra della Giustizia Lucia Zitnanska? A parere di Kotleba non ci sono prove dirette per dire che Mizik ha «diffamato un gruppo di persone o incoraggiato la violenza contro qualcuno». L’azione era una «spettacolare dimostrazione di arroganza del potere» che intendeva punire le opinioni politiche del parlamentare.

Nel frattempo, sabato il tabloid Plus Jeden Den ha scritto che anche Milan Mazurek, altro deputato LSNS, è accusato di estremismo, incitamento all’odio e diffamazione verso le persone a causa della loro razza, nazione, origine etnica o genere. Accuse confermate dal capo della Naka. Il parlamentare avrebbe fatto diverse dichiarazioni su persone di etnia rom, immigrati, persone di origine araba e sull’Islam parlando a un programma di una radio locale. L’emittente ha ricevuto una multa di 15.000 euro per la violazione del divieto di incitamento all’odio.

(Red)


Foto FB.com/lsns

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google