Fico: aumenti del salario minimo e per chi lavora di notte e nei festivi

Il primo ministro socialdemocratico Robert Fico (Smer-SD) ha annunciato ieri 1° maggio, in un intervento a Nitra per celebrare la festa del lavoro, un pacchetto di misure sociali che dovrebbero migliorare gli standard di vita degli slovacchi. Tra le cose da fare, ha detto, ci sarà l’aumento a quasi 500 euro del salario minimo nel 2018, incrementi degli stipendi per il lavoro notturno e nei festivi, dieci giorni di ferie pagate per i neo-padri e la parificazione delle condizioni dei lavoratori stranieri a quelli nazionali.

Il premier ha detto che è grazie ai risultati economici dei paesi dell’Europa centrale se nell’Unione europea si registra una crescita. Il quasi quattro per cento di crescita economica in Slovacchia, e numeri simili si vedono anche in Repubblica Ceca, Ungheria e Polonia, è una cosa estremamente positiva per il Paese e per il suo futuro, ha detto. Ma è necessario, ha aggiunto il ministro del Lavoro Jan Richter (Smer-SD), che questi risultati portino a dei miglioramenti nella vita della gente con un maggiore tenore di vita.

Il governo ha intenzione di impedire il cosiddetto “dumping sociale”, ovvero l’abitudine delle aziende di impiegare stranieri pagandoli salari più bassi. Questo sarà vietato, ha detto Fico. Le imprese che vogliono assumere manodopera straniera dovranno farlo alle stesse condizioni di legge dei lavoratori slovacchi.

Come altra misura per aumentare lo standard di vita dei cittadini, avvicinandolo a quello degli altri paesi europei, il governo ha in programma per il prossimo anno di alzare il salario minimo dagli attuali 435 euro lordi a una cifra molto vicina a 500 euro, e si propone di incrementarlo ancora negli anni successivi per portarlo gradualmente al 60% del salario medio, che oggi è pari a 547 euro.

Per aiutare i circa 240.000 slovacchi che lavorano di notte, la percentuale più alta in Europa, Fico vuole aumentare le maggiorazioni per il lavoro notturno dal 20% al 50% del salario minimo. E introdurre un nuovo supplemento per il lavoro nel fine settimana, al 100% del salario minimo, mentre per il lavoro festivo il bonus aumenterà dal 50% al 100% della retribuzione.

Infine, sarà introdotto un congedo di maternità di 10 giorni di ferie pagate per i neo-padri e un piano di sussidi per i pendolari che lavorano in una regione diversa da quella di residenza.

Tutte queste idee dovranno essere presentate a breve come proposte legislative dal ministro del Lavoro Jan Richter, per arrivare presumibilmente in Parlamento entro il mese di giugno. Fico è convinto che queste misure saranno approvate “senza problemi”. Parlando alla radio pubblica sabato, Fico aveva anche ammesso di voler ragionare sulla proposta di Andrej Danko (SNS) di estendere la 13esima mensilità a tutti i lavoratori, una mossa che va incontro alla necessità di aumentare le entrate degli slovacchi. Il tema dovrà tuttavia essere prima discusso approfonditamente all’interno della coalizione di governo che oltre a Smer e SNS include anche il partito conservatore Most-Hid.

Hanno problemi ad accettare queste misure, invece, le aziende, che lamentano l’addossare al mondo delle imprese una serie di nuovi costi per quella che viene definita una operazione di “marketing di governo” pagata con i soldi degli imprenditori.

(Red)


Foto bazupa cc-by

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google