Permessi facili dalle prigioni slovacche anche per criminali disumani

Lubos Kracunik, 39 anni, che ha violentato una ragazza di 14 anni la scorsa settimana durante un congedo speciale dal carcere, nel quale non è poi rientrato, aveva ricevuto spesso altri permessi per diversi giorni alla volta, nonostante avesse brutalmente violentato e rapinato altre donne in passato. Kracunik, che durante le sue azioni selvagge brandiva pistole e coltelli, e ha persino minacciato i bambini di una delle sue vittime se non avesse collaborato, ha violentata tre donne tra il 2003 e il 2005. È stato condannato a un totale di 10 anni e mezzo di prigione a partire nel 2005.

Nonostante questo, sembra che Kracunik sia stato trattato come un prigioniero modello in un carcere a Presov, nella Slovacchia orientale. Gli è stato permesso di uscire in congedo già tre volte quest’anno, per cinque giorni ogni volta. L’esperto giudiziario Dusan Selko ha detto che i crimini di Kracunik erano talmente gravi che non era neanche pensabile di potergli permettere di uscire dal carcere, anche se il suo comportamento in detenzione era considerato buono.

Il direttore della casa di detenzione, Tibor Sotak, per il momento è rimasto al suo posto, ma tutti i permessi e congedi sono stati congelati. L’ex direttore di un altro carcere, che ha voluto rimanere anonimo, ha dichiarato che l’uso libero di permessi dal carcere è una pratica standard in Slovacchia.

(Fonte Pravda)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google