Cresce ancora la spesa militare mondiale

Diffusi i dati SIPRI 2016: la spesa militare mondiale ammonta 1.686 miliardi di dollari, con incremento dello 0,4% annuo in termini reali. La spesa militare è cresciuta in Nordamerica per la prima volta dal 2010, nell’Europa occidentale si cresce per il secondo anno consecutivo; la Cina continua a far registrare aumenti robusti. In flessione i paesi produttori di petrolio.

«Continua la crescita, anche se lenta, delle spese militari nel mondo: il totale è ora di 1.686 miliardi di dollari. Lo rivelano le elaborazioni pubblicate oggi dall’Istituto svedese SIPRI, che certifica inoltre un deciso balzo in avanti dell’Italia (+10% dal 2015 al 2016) – spiega la Rete per il Disarmo – I dati dell’Osservatorio Milex, nel primo Rapporto annuale pubblicato a metà febbraio, hanno già inoltre confermato una crescita prevista per le spese militari italiani del 2017. Le due tendenze, pur con alcune differenze di metodologie e conteggio, si confermano vicendevolmente».

«Secondo i dati diffusi oggi le dinamiche della spesa militare variano considerevolmente tra diverse regioni del globo. La spesa ha continuato a crescere in Asia ed Oceania, nell’Europa centrale e dell’est e in Nord Africa; al contrario c’è stata una flessione per quanto riguarda l’America centrale, e soprattutto nel Medio Oriente (trend evidenziabile per i paesi dei quali è disponibile una stima). Le crescite più significative sono quelle già citate riguardanti gli Stati Uniti e il Nord America insieme all’Europa occidentale. Per gli USA (sempre al vertice della classifica) si registra una crescita dell’1,7% (a 611 miliardi di dollari) mentre la Cina ha avuto un + 5,4% (in rallentamento rispetto al passato) con un totale di 215 miliardi di dollari. Al terzo posto la Russia (+5,9% a 69,2 miliardi di $) che ha superato l’Arabia Saudita costretta a diminuire i propri investimenti del 30% (63,7 miliardi di dollari). Seguono India, Francia, Gran Bretagna, Giappone, Germania e Sud Corea prima dell’Italia. La crescita della spesa militare statunitense nel 2016, pur rimanendo inferiore del 20% al suo picco del 2010, potrebbe segnalare la fine di un trend di discesa iniziato con la crisi economica e il ritiro delle truppe americane da Afghanistan e Iraq».

[…continua…]

Leggi il resto qui


Foto USPC cc-by-nc

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google