La Slovacchia lavora per avere l’Agenzia europea dei medicinali

La capitale slovacca vuole diventare la nuova sede dell’Agenzia europea per i medicinali (EMA), organismo che ora si trova a Londra ma che dovrà essere trasferita in uno Stato membro dell’UE dopo l’uscita del Regno Unito dall’Unione. Pravda ha scritto mercoledì che sono altre cinque le città candidate ad ospitarne la sede con i suoi quasi mille dipendenti, ma la Slovacchia è tra i cinque Stati membri (gli altri sono Bulgaria, Cipro, Croazia, Romania), in cui non c’è ancora nessuna delle oltre 40 agenzie europee. E poi secondo alcuni la Slovacchia sarebbe il candidato economicamente più forte, con una buona posizione geografica per poter diventare il luogo dove sposterà la sua attività l’agenzia responsabile della salute degli europei. Il portavoce del ministero della Salute ha detto al giornale che è stata istituita una task-force di coordinamento interministeriale in cui il ministero degli Affari Esteri ed Europei funge da capofila.

Al momento né la Commissione europea nè il Consiglio dell’UE hanno fissato i criteri per la selezione di un nuovo paese ospite, e il Regno Unito ha dichiarato che l’eventuale partenza dell’organizzazione sarà oggetto dei negoziati Brexit – cosa questa smentita da Bruxelles con forza: un paese non più membro non può ospitare un’agenzia europea. La decisione dovrebbe essere presa a giugno, e Milano sembrerebbe essere in buona posizione nella gara.

Oltre  alla Slovacchia sono in ballo Svezia, Danimarca, Irlanda, Italia (con Milano), Germania e Spagna. L’Agenzia europea per i medicinali gestisce la registrazione di tutti i medicinali che vanno sul mercato europeo e ne valuta sicurezza e qualità.

(La Redazione)


Foto sheeppurple cc-by

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google