Mogherini sulla difesa comune europea: «È già una realtà»

Bruxelles – La difesa comune europea “non solo è possibile, è già una realtà”. Lo afferma Federica Mogherini, Alto rappresentate Ue per la politica estera, in un’intervista al Sir, nella quale parla anche della situazione in Siria.

“L’Unione europea è fermamente convinta che non possa esservi una soluzione militare al conflitto in Siria”, dice Mogherini, aggiungendo che “lavoriamo per la pace e per un accordo politico tra regime e opposizione siriana che, sotto l’egida dell’Onu, porti a una transizione. La Siria di domani, per essere in pace, dovrà garantire a ogni suo cittadino di sentirsi sicuro e libero nel proprio Paese, indipendentemente dal credo religioso, dall’orientamento politico, dall’identità culturale”.

È possibile, domanda il Sir, una nuova strategia di sicurezza e difesa a livello comunitario? “Non è solo possibile: è già una realtà. Nel corso degli ultimi nove mesi – prosegue Mogherini – abbiamo adottato una nuova strategia comune per la politica estera, di sicurezza e di difesa, la Global Strategy, e abbiamo iniziato a tradurla in azioni concrete. Nel campo della sicurezza e della difesa comune, per esempio, abbiamo istituito a Bruxelles un Military Planning and Conduct Capability, ovvero un unico centro di coordinamento di tutte le missioni militari di addestramento dell’Ue. E andremo avanti, con altre decisioni concrete”.

L’Ue “non è solo soft power, abbiamo già ora 16 missioni e operazioni Ue, dall’Africa al Mediterraneo. Ma per noi, l’uso di strumenti militari è sempre inserito in una strategia più ampia, perché sappiamo che nessuna crisi può essere risolta veramente con la forza”.

Contina a leggere su Eunews.it


Foto EEAS cc-by-nc

Rispondi

Ristorante da Massimo

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

news giorno x giorno

aprile: 2017
L M M G V S D
« Mar    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

ARCHIVIO

pubblicità google