Centri di servizi condivisi, oltre 30.000 dipendenti e continuano a crescere

I centri di servizi condivisi in Slovacchia hanno continuato la loro espansione lo scorso anno, e hanno accresciuto il loro personale dell’11% a oltre 30.000 persone, secondo quanto scrive il settimanale Trend. Lavoratori che hanno stipendi doppi rispetto alla media salariale nazionale. In confronto, gli occupati in nei centri di servizi condivisi in Repubblica Ceca sono 55.000, e 160.000 in Polonia.

La maggioranza di tali centri si trovano nella capitale Bratislava: è il caso di 30 su circa 50 sedi di questi centri. Se i più piccoli si concentrano soprattutto su servizi finanziari, di contabilità e IT, quelli che vantano oltre 1.000 dipendenti forniscono anche servizi di marketing, centrale acquisti, risorse umane e altri servizi.

Al contrario di quanto si potrebbe immaginare, dice Trend, queste società non offrono soltanto lavori ad alto tenore di noia e ripetitività, ma il personale ha occasione di crescita professionale e aumenti salariali. Inoltre, il turnover di personale non è così alto come in altri settori, ed è notevolmente calato negli ultimi anni, scendendo dal 15% del 2014 al 5-10% del 2016, inferiore al ricambio di manodopera a livello nazionale, che secondo una stima del sito profesia.sk è intorno al 12%.

Centri servizi di grandi e piccole multinazionali sono dislocati in tutta la Slovacchia, e lavorano per tutto il mondo. Tra i più noti vi sono IBM, Johnson Controls, HP, Dell, Amazon, AT&T, Accenture, Henkel, Swiss Re, T-Systems, Lenovo, Siemens. Qui sotto una mappa dell’agenzia per gli investimenti Sario redatta su dati Grafton del 2016 (cliccare per ingrandire).

(Red)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google