Dove e quante sono le armi atomiche nel mondo?

L’ambasciatore di Pyongyang ha riferito all’Onu della possibilità secondo cui, nella penisola coreana, potrebbe iniziare una guerra nucleare. Sono almeno 14.900 gli ordigni nucleari al mondo, per lo più in mano a Russia e America. Quali rischi corriamo?


Little Boy, l’atomica sganciata su Hiroshima il 6 agosto 1945

La Corea del Nord ha fatto test missilistici con scarso successo, rivendicando però il diritto di “condurne altri su base settimanale, mensile e annuale”, come ha riportato alla Bbc il vice ministro degli Esteri coreano Han Song-Ryol. Durante tutto il 2016, Pyongyang ha in effetti effettuato test nucleari che hanno suscitato preoccupazioni, sdegno e forti opposizioni da parte di tutto il mondo.

Se emerge la chiara volontà di fare ciò che desidera, la Corea del Nord sembra ancora lontana dall’essere in grado di rendersi veramente pericolosa, mentre Seul non intende aspettare oltre e si dice pronta a fare il necessario – supportata dagli Usa – affinché il leader nordcoreano Kim Jong-un si impegni a smantellare il programma missilistico.

Questa la fotografia, confinata alla penisola coreana, presentata all’Onudall’ambasciatore di Pyongyang che ha minacciato l’inizio di una guerra nucleare.

Più che un conflitto su scala globale, destano preoccupazioni gli equilibri e il fine gioco di alleanze che la Corea del Nord può mettere in moto.

Per capire meglio questo schema abbiamo chiesto il supporto di Piero Graglia, docente associato in Storia delle relazioni internazionali presso la Statale di Milano: “escludo un conflitto nucleare totale, ma non sono tranquillo. C’è il rischio di un conflitto di portata limitata tra le due Coree, con un’escalation che può coinvolgere altri paesi. La situazione è tesa e Trump, in difficoltà all’interno degli Stati Uniti, cerca di avviare la propria union sacrée [movimento con cui la Francia, alle soglie del primo Conflitto mondiale, ha invitato forze politiche e popolo a unirsi in difesa della nazione, ndr] con conseguenze sul piano internazionale”. Una settimana fa, il presidente Usa Donald Trump ha inviato una flotta di navi nelle acque della penisola coreana, facendo salire la tensione con Pyongyang, che ha condannato Washington, ritenendosi vittima di un abuso.


Lancio di missile Tomahawk Cruise da nave militare Usa

Una reazione a catena soprattutto sulla scacchiera geopolitica, avviata dalla Corea del Nord che, nel frattempo, ha smesso di ascoltare la Cina, “paese capace di tenere bassa la tensione – continua Graglia – e che ha un forte legame con la Russia, grazie allo Shanghai Cooperation Council, un patto a cui le due nazioni guardano con intenti diversi ma che le unifica. Sia Russia sia Cina, tra l’altro, condividono un confine con la Corea del Nord”.

Sul piatto non c’è solo il nucleare, conclude Graglia: “non c’è il pericolo che la Corea del Nord lanci dei missili sugli Usa, ma la situazione resta tesa anche perché, restando nelle disponibilità delle forze convenzionali, la Corea del Nord ne ha il doppio rispetto alla Corea del Sud e sono anni che rivendica il diritto di riunificare il paese”.

Ma quali paesi dispongono di armamenti nucleari? Ecco una mappa, elaborata sui dati raccolti dal Bulletin of the Atomic Scientist, rivista che ha per scopo, tra gli altri, quello di sensibilizzare sulle politiche nucleari.

Da notare che i dati relativi alle testate nucleari disponibili da Cina eNord Corea sono stimati, giacché i rispettivi governi non rilasciano informazioni. Numeri che sono destinati a cambiare perché il presidente Donald Trump non ha mai fatto segreto di non volere rimanere indietro nella corsa agli armamenti.

Pericolo di conflitti globali no ma stiamo attraversando un periodo delicato, capace persino di ridisegnare gli equilibri mondiali.

(Giuditta Mosca, via Wired.it cc-by-nc-nd)


Foto: US Gov CC0
Foto: NSF cc-by-sa

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google