Rubrica legale: Responsabilità penale delle società. I titolari stranieri 3/4

Quali sono i doveri dei titolari stranieri delle unità organizzative in Slovacchia?

Facendo seguito agli articoli precedentemente pubblicati sulla responsabilità penale delle società e sugli strumenti di effettiva protezione a disposizione delle società, con la presente intendiamo segnalarvi i doveri dei soggetti stranieri titolari di unità organizzative nella Repubblica Slovacca.

In qualità di studio legale internazionale, riteniamo utile fornire una breve analisi della posizione delle unità organizzative registrate in Slovacchia sia in linea con il Decreto Legislativo n.231 del 8 giugno 2001 in vigore nella legislazione italiana, sia in linea con la Legge 91/2016 GU sulla responsabilità penale delle persone giuridiche in vigore nella legislazione slovacca.

Le previsioni della legislazione slovacca disciplinano la valutazione della commissione o dell’omissione del reato anche al di fuori del territorio della Repubblica Slovacca da parte di una persona giuridica che ha sede legale nel territorio della Repubblica Slovacca.  Alla luce di quanto sopra esposto riteniamo necessario segnalare che se una persona giuridica straniera registra la sua unità organizzativa nel territorio della Repubblica Slovacca è considerata anche un soggetto giuridico nella Repubblica Slovacca.

Ai sensi del Decreto Legislativo n.231/2001, attualmente vigente nella legislazione italiana, l’ente è responsabile per i reati commessi da una sua unità organizzativa nonché da persone che esercitano la gestione o il controllo della stessa. Qui riteniamo opportuno sottolineare che i soggetti con sede principale in Italia rispondono anche in relazione ai reati commessi all’estero, purché nei loro confronti non proceda lo Stato del luogo in cui è stato commesso il fatto.

In virtù di ciò, vogliamo segnalarvi che l’unità organizzativa, il cui titolare è un soggetto italiano, potrebbe essere responsabile per tutti reati commessi in Slovacchia sia ai sensi della leg. italiana, sia ai sensi della leg. slovacca.

Alla luce di quanto sopra esposto, per tutelare al massimo i titolari stranieri dell’unità organizzativa riteniamo che sia necessario adottare un sistema di strumenti effettivi che permetteranno di applicare in maniera flessibile i cambiamenti legislativi slovacchi e di adottare i regolamenti interni; a tal riguardo, perciò, riteniamo che sia opportuno e necessario nominare “un’Organismo di Vigilanza”: un esperto avvocato slovacco capace di garantire la flessibilità e l’ applicabilità dei regolamenti interni elaborati sulla base della legislazione slovacca.

Mgr. Juraj Krásny
SMA advokátska kancelária  s.r.o.

 

Vedi gli altri articoli della serie “legale”

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google