Autorità slovacca minaccia multe salatissime a chi scrive ‘Gran Bretagna’ invece di ‘Regno Unito’

L’Autorità slovacca di geodesia, cartografia e catasto (UGKK) ha avuto di recente un sussulto di “politically correct” e minaccia forti sanzioni a media e istituzioni statali – multe da 3.300 euro, somma raddoppiata per le ripetizioni) nel modo incorretto con il quale vengono a volte utilizzati i nomi di alcuni stati. Lo riporta oggi, anche in prima pagina, il quotidiano Sme, scrivendo che l’UGKK ha inviato un avviso ai ministeri e a vari mezzi di comunicazione dove istruisce su come utilizzare correttamente i nomi di Stato, facendo riferimento a una legge slovacca dal 1995.

L’autorità, in particolare l’ufficio ispezioni catastali, ha poi in programma un seminario nel quale sarà spiegato che, ad esempio, invece di “Gran Bretagna” i mezzi di comunicazione devono utilizzare la denominazione ufficiale “Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord”. Ma si concede anche l’uso della forma abbreviata, UK. Il paradosso, indica Sme, è che la stessa ambasciata britannica in Slovacchia, per non dire degli stessi cittadini o politici britannici, non si fa scrupolo di usare comunemente la forma abbreviata del nome del paese.

La Gran Bretagna, dicono i funzionari dell’UGKK, non esiste, al pari di Corea del Nord e Corea del Sud. Un “errore”, o meglio, un deplorevole misfatto degno si sanzione, in cui è caduto perfino il ministro degli Affari esteri ed europei Miroslav Lajcak, che ha usato la forma colloquiale Gran Bretagna in numerosi documenti ufficiali. Il sito del settimanale .tyzden scriveva qualche giorno fa in un corsivo che all’ufficio di geodesia sono diventati tutti matti. All’improvviso. Ci mancherebbe che adesso, per eccesso di burocrazia, invece di dire Brexit dovremmo imparare a dire Regnounexit. Una novità che sa un po’ della famosa curvatura delle banane degli euroburocrati tanto deprecati dell’UE.

Video: Rule, Britannia!

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Rule, Britannia! è un canto patriottico inglese del XVIII secolo che rappresentava la potenza dell’Imperialismo britannico. Tuttora una delle marce ufficiali della Royal Navy, e brano iconico per tutti i britannici, divenne particolarmente famosa nell’Ottocento quanto l’Impero raggiunse il suo apice.

(La Redazione)


Foto Kozumel cc-by-nd

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.