Voto di sfiducia sul ministro Richter ieri in Parlamento, la coalizione lo salva

Ieri in Parlamento è iniziata una sessione straordinaria su richiesta dell’opposizione per un voto di sfiducia al ministro del Lavoro, Affari sociali e Famiglia Jan Richter (Smer-SD). La mozione, firmata da 50 parlamentari, fa riferimento allo scandalo del centro di risocializzazione per minori Cisty den di Galanta, e il ministro è accusato di non aver fatto nulla per rimediare alla situazione che nel centro di rieducazione ha portato ad abusi sessuali nei confronti di alcune ospiti minorenni. Anzi, secondo il documento il ministro ha coperto e protetto i gestori del centro, che ancora gode dell’accreditamento statale, nonostante il parere contrario della commissione di accreditamento. In più, secondo Natalia Blahova, capogruppo di SaS in Parlamento, chi all’interno del ministero ha osato criticare lo stato di inazione nei confronti del caso in questione è stato intimidito e minacciato di licenziamento. In confronto ai gravi reati di cui è accusato il centro di Galanta, altre strutture in Slovacchia hanno perso la licenza per molto meno, ha sottolineato, ricordando i sospetti di relazioni personali tra i politici di Smer e il centro Cisty den, oltre al fatto che un’altra casa protetta per minori è gestita dall’ex ministro Smer Viera Tomanova.

Il discorso di apertura della discussione della Blahova, durato due ore e mezzo, si è tenuto, come ha scritto Teraz.sk, in un’aula semi vuota, alla presenza di appena una manciata di legislatori della maggioranza di governo, segnale inequivocabile e preannunciato della poca consistenza della mozione di sfiducia. Nemmeno tutti i deputati di opposizione, del resto, erano presenti. Dopo aver presentato i casi di ragazze che sarebbero state abusate sessualmente al Cisty den, Blahova ha letto testimonianze di minori del centro e dei loro genitori, che hanno denigrato il bullismo e la violenza perpetrati sui bambini ospiti. Blahova ha incolpato il ministro di permettere messa in pericolo della la salute e di un sano sviluppo mentale, fisico e sociale dei minori ospitati al Cisty den.

Secondo la deputata le azioni e le mancanze da parte di Richter hanno permesso la perpetrazione di violazioni della legge che non ha avuto punizioni. Ad oggi, sei mesi dopo che il caso è salito alla ribalta, nessuno – persone o autorità – è stato chiamato a rendere conto sul comportamento, intenzionale o solo egligente, nel centro di rieducazione, ha detto Blahova, che accusa Richter di garantire l’impunità per chi ha infranto la legge e violato diritti umani e libertà fondamentali dei minori, che sono i membri più vulnerabili della società.

Il ministro si era difeso anche nei giorni scorsi dicendo che la sua decisione su Cisty den è basata su fatti e verifiche, e non su ipotesi e castelli in aria, e aveva espresso il suo “disgusto” per l’azione dell’opposizione contro di lui. Sono «disgustato, indignato e preoccupato per la furia politica» che circola intorno al caso Cisty den. Le dichiarazioni dei deputati di SaS «sono diffamatorie, perché «mi accusano direttamente o indirettamente di gravi attività illecite che confinano con pratiche criminali», ha detto Richter.

Il primo ministro Fico, che si è presentato in Parlamento in seguito, ha sostenuto il suo ministro e definito assurda l’iniziativa dell’opposizione, che non ha presentato un solo argomento serio per cacciare Richter dall’esecutivo. Fico ha definito il discorso della Blahova “storie di vecchie comari”.

Arrivati alla votazione solo questa mattina, dopo un dibattito fiume di ben 16 ore, la sfiducia a Richter non è passata in quanto ha ottenuto appena 57 voti su 128 deputati presenti. Tutti i parlamentari della coalizione del governo presenti hanno votato contro il provvedimento, mentre il vice presidente SNS Jaroslav Paska si è astenuto.

(Red)


Foto FB.com/mpsvrsr

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google