Partiti 150 militari slovacchi per una missione di sicurezza in Lettonia

Il 31 marzo il ministro della Difesa Peter Gajdos e il capo di Stato maggiore generale delle Forze armate slovacche Milan Maxim hanno partecipato a Levice a una cerimonia per la partenza di un contingente di 149 soldati di una unità di fanteria meccanizzata che è stata inviata in Lettonia per una missione di addestramento. I militari slovacchi, che si tratterranno laggiù per un periodo di tre mesi, fino a fine giugno, si uniranno per l’addestramento a un battaglione meccanizzato dell’esercito lettone. La missione internazionale è stata organizzata dopo le richieste alla Nato degli Stati Baltici, che si sentono minacciati dalla recente politica aggressiva della Federazione Russa.

Con i soldati, e membri della polizia militare, sono stati inviati in Lettonia anche 34 unità di equipaggiamento militare e 330 armi da fuoco con munizioni da addestramento e altri materiali per svolgere i compiti cui sono stati delegati.

Per le Forze armate slovacche una missione di addestramento di tale portata e a tale distanza dai confini della Slovacchia è una cosa piuttosto straordinaria, ha ammesso il capo di Stato maggiore Maxim. L’invio di truppe slovacche è parte di una decisione collettiva dei quattro paesi di Visegrad (V4 / Repubblica Ceca, Ungheria, Polonia e Slovacchia), che fu annunciata in occasione del vertice NATO tenutosi a Varsavia nel 2016. Hanno coperto il primo trimestre 2017 truppe della Repubblica Ceca, e negli ultimi due trimestri dell’anno saranno sul suolo lettone truppe dell’Ungheria e infine della Polonia.

(ReD)

 


Foto FB.com/mosr.sk

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google