RS – Il mondo adesso [San Pietroburgo, Colombia, Stati Uniti/Onu, Italia, Paraguay, pirati, Marte]

news-mondoadesso

Identificato l’attentatore di San Pietroburgo. L’uomo sospettato di aver ucciso undici persone facendo esplodere una bomba nella metropolitana della città russa sarebbe Akbarzhon Jalilov, un cittadino russo nato in Kirghizistan nel 1995. Lo affermano i servizi di sicurezza kirghisi. Secondo l’agenzia di stampa russa Interfax, il sospettato avrebbe legami con l’islam radicale. Non è chiaro se l’uomo fosse un attentatore suicida. L’attentato, avvenuto tra le stazioni di Sennaja Ploščad e Tekhnologičesky Institute, ha causato anche 45 feriti. Finora l’attacco non è stato rivendicato.


La Colombia dichiara lo stato d’emergenza dopo la frana a Mocoa. Il presidente Juan Manuel Santos ha dichiarato che il governo ha stanziato 40mila pesos per “affrontare l’emergenza umanitaria”. La valanga è avvenuta tra il 1 e il 2 parile e ha travolto il capoluogo del dipartimento di Putumayo, nel sudest del paese. La frana è stata causata dalle acque del fiume Mocoa, innalzate dal maltempo. Finora le vittime confermate sono 262, ma il bilancio potrebbe salire.


Gli Stati Uniti tagliano i finanziamenti al Fondo delle Nazioni Unite per la popolazione. L’amministrazione Trump ha ridotto di 32 milioni di dollari i fondi all’agenzia dell’Onu che si occupa di salute materna e riproduttiva e promuove la pianificazione familiare in più di 150 paesi in tutto il mondo. Il dipartimento di stato ha motivato la decisione dichiarando che il Fondo delle Nazioni Unite per la popolazione (Unfpa) viola le politiche antiabortiste volute dal presidente Donald Trump.


Undici arresti in un’operazione contro la ’ndrangheta in Italia. Sono in corso due operazioni della polizia contro la criminalità organizzata in Calabria. La prima operazione riguarda la cosca del boss latitante Marcello Pesce. Al centro della indagini ci sarebbero le dinamiche economiche legate al trasporto su gomma nella piana di Gioia Tauro. Tra le persone fermate ci sono affiliati e prestanome del gruppo criminale di Rosarno.


Un cargo indiano è stato sequestrato da pirati al largo della Somalia. Il cargo, di cui non si conoscono la destinazione e il numero dei componenti dell’equipaggio, stava navigando lungo le coste della Somalia. Secondo alcune fonti è stato intercettato e sequestrato una cinquantina di chilometri a sud del porto di Hobyo. È il secondo episodio di questo genere in due settimane.


Un attivista ucciso durante una protesta in Paraguay. Rodrigo Quintana, attivista di 25 anni, è stato ucciso durante un finesettimana di violenze ad Asunción, capitale del Paraguay. Venerdì 31 marzo si è svolta una votazione segreta in senato, per cambiare la costituzione e permettere al presidente Horacio Cartes di ricandidarsi per la terza volta, alle presidenziali del 2018. Una folla di manifestanti ha quindi dato l’assalto al palazzo del congresso, a cui è stato anche appiccato il fuoco. Quintana è rimasto ucciso, colpito alla testa da un proiettile di gomma, durante l’irruzione della polizia nel quartier generale del partito liberale, che si oppone al presidente Cartes.


Aleksandar Vučić si avvia a diventare il nuovo presidente serbo. Secondo le ultime proiezioni il primo ministro uscente Vučić ha raccolto il 55 per cento dei voti alle elezioni presidenziali in Serbia e non sarà quindi necessario il secondo turno. Il candidato che gli si è avvicinato di più è Saša Janković che ha superato di poco il 15 per cento dei voti.


L’atmosfera marziana è sempre più secca. Se in passato l’atmosfera di Marte doveva essere simile a quella terrestre, oggi è invece sempre più secca, dice uno studio pubblicato sulla rivista Science. I ricercatori hanno usato dati raccolti dalla sonda Maven della Nasa che ha analizzato la composizione chimica dell’attuale atmosfera marziana. In particolare ha misurato la concentrazione a quote diverse dei diversi isotopi del gas argon, che è stata modificata dall’azione del vento solare nel corso del tempo. Circa il 66 per cento dell’argon del pianeta è stato disperso nello spazio, ed è andata persa, dice lo studio, anche gran parte dell’anidride carbonica e dell’acqua dell’atmosfera di Marte.


I titoli dei quotidiani italiani di oggi 4 aprile 2017

  • Corriere della sera: “Terrore in Russia, strage nel metrò”
  • la Repubblica: “Bomba islamista contro Putin sangue a San Pietroburgo”
  • La Stampa: “Incubo Jihad a San Pietroburgo”
  • Il Sole 24 Ore: “Salvataggio più vicino per le banche venete”
  • Il Messaggero: “Terrore nella metro, sfida a Putin”
  • Il Fatto Quotidiano: “Bomba nella metro il terrore islamico dà una mano a Putin”
  • Il Giornale: “Libero di uccidere”
  • Libero: “Per un furto in casa la pena è di 46 ore”
  • Il Foglio: “La strage di San Pietroburgo”
  • il manifesto: “L’ultimo metrò”
  • l’Unità: “266.726 e non sono click”

 

 


Dal sito Internazionale.it

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google