Birre: Topvar, Šariš, Smädný Mnich e Birell sono ora giapponesi

Si è conclusa venerdì l’operazione che ha portato il gruppo giapponese Asahi a capo di Pivovary Topvar, Pilsner Urquell e altri grandi produttori di birra in Europa centro-orientale. Marchi e fabbriche ceduti da SABMiller (in Repubblica Ceca, Polonia, Slovacchia, Ungheria e Romania) quale condizione posta dalle autorità europee per approvare la fusione con AB InBev, il più grande produttore di birra al mondo.

Pivovary Topvar, che è il numero due sul mercato slovacco e ha seicento dipendenti, produce birre di marchi come Topvar, Šariš, Smädný Mnich, Birell, Kozel e Gambrinus. Nel 2015 ha fatto vendite per 115 milioni nel 2015 (+4%) con un utile netto di 10,3 milioni di euro, in crescita del 23% sull’anno precedente.

(Red)


Foto hanuska cc-by-sa

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.