Agenzia europea per i medicinali, anche Bratislava la vuole

Il segretario di Stato del ministero degli Affari esteri ed europei Ivan Korcok ha confermato l’interesse della Slovacchia per ottenere l’Agenzia europea per i medicinali (EMA), che attualmente si trova a Londra ma che dovrà trasferirsi dopo l’uscita del Regno Unito dall’UE. Korcok conferma che il governo slovacco è impegnato a fare il possibile per attirare l’agenzia a Bratislava, un’idea che in realtà fa molto gola anche all’Italia e ad altri paesi come Svezia, Danimarca, Paesi Bassi e Germania.

L’agenzia regola il ricco mercato farmaceutico e occupa un migliaio di persone. La sfida per la città ospitante è fornire le infrastrutture necessarie e la ricollocazione dei dipendenti con le loro famiglie. La capitale slovacca potrebbe avere un vantaggio politico nella scelta della location perché nessuna delle agenzie UE ha finora sede in Slovacchia.

Il trasferimento di EMA sarà parte dell’accodo siglato dall’UE con il Regno Unito. Secondo il vicepresidente della Commissione europea e commissario per l’Unione dell’Energia, lo slovacco Maros Sefcovic, Bratislava ha tutto quello che serve per ospitare l’istituzione, ed è necessario che il governo metta sul tavolo una «proposta di qualità unica» per convincere i leader degli Stati membri e i funzionari europei che è la scelta giusta da fare.

L’Unione europea dispone di 37 organismi decentrati che aiutano le istituzioni dell’UE ad adottare le decisioni e attuare le misure. La Slovacchia è l’unico paese in Europa centrale e orientale a non ospitare nessuno di tali organi.

(Red)


Foto sdicker CC-BY-ND 2.0

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Set    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

ARCHIVIO

pubblicità google