La Slovacchia al 20° posto dell’indice globale di performance energetica del WEF

La Slovacchia è entrata nella Top 20 dell’indice Global Energy Architecture Performance 2016 del World Economic Forum pubblicata mercoledì. La classifica valuta annualmente 127 paesi del mondo. La Slovacchia ha migliorato di otto posti la posizione dello scorso anno, entrando così tra i primi venti paesi, e unico raggiungere questo obiettivo dei paesi del Gruppo di Visegrad (V4, Repubblica Ceca, Ungheria, Polonia e Slovacchia).

Il vicepresidente della Commissione europea per l’Unione energetica Maros Sefcovic ha commentato la cosa dicendo che la Slovacchia ha raggiunto questo risultato grazie ai collegamenti infrastrutturali con i paesi vicini e ai progressi compiuti nello sfruttamento delle fonti di energia rinnovabili. La Slovacchia infatti, ha sottolineato, è «tra i paesi con i più alti livelli di interconnessioni con i paesi limitrofi, e il 60% dell’energia prodotta qui può essere distribuita liberamente negli Stati vicini».

Inoltre, ha continuato, la Slovacchia è interconnessa con i mercati dell’energia della Repubblica Ceca, dell’Ungheria e della Romania. È un buon segno per la sicurezza energetica e l’aumento di produzione di energia pulita della Slovacchia e dell’intera Unione europea, ha detto Sefcovic: «gli Stati membri  dell’UE occupano 14 delle prime 20 posizioni».

Alla testa della classifica si sono confermati i tre paesi del 2016, Svizzera, Norvegia e Svezia.

(Red)


Foto garryknight cc-by-sa

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.