Via libera dal consiglio dei ministri per l’abrogazione delle amnistie di Meciar

Il consiglio dei ministri ha dato ieri il suo sostegno a un emendamento alla Costituzione slovacca preparato dai partiti di coalizione (Smer-SD, SNS e Most-Hid) nella riunione di lunedì che include una proposta costituzionale di revoca delle controverse amnistie concesse nel 1998 da Vladimir Meciar per i reati concernenti il rapimento del figlio dell’allora presidente della repubblica Michal Kovac. La proposta passata dal governo è prevista essere discussa dal Parlamento attraversi una procedura abbreviata alla prossima sessione parlamentare che si terrà la prossima settimana.

L’iniziativa è stata pensata per investire il Parlamento del potere legale di porre il veto alle amnistie emesse a suo tempo da un presidente “in errore”, una decisione che dovrebbe essere poi confermata entro 60 giorni dalla Corte costituzionale. La formulazione completa dell’emendamento prevede non solo la revoca delle amnistie di Meciar, che hanno protetto i responsabili del seguestro e dell’assassinio del testimone Robert Remias nel 1986 (che aiutò a fuggire l’accusatore chiave dei servizi segreti), ma anche l’indulto concesso dall’ex presidente Michal Kovac (1993-1998) al proprio figlio riguardo a un reato finanziario del quale era accusato.

Secondo il ministro della Giustizia Lucia Zitnanska (Most-Hid) il disegno di legge costituzionale, che necessita di una maggioranza qualificata dei due terzi della camera unica, e dunque anche dei voti dell’opposizione, si tratta di un gesto di volontà che «è di fondamentale importanza» che venga sostenuto da un largo numero di deputati slovacchi. «Sappiamo tutti che ci troviamo in una situazione estrema, perché le amnistie di Meciar hanno causato una situazione estrema e per uscirne sono possibili solo soluzioni estreme», che siano «sostenute da 90 legislatori».

(La Redazione)


Nella foto: Vladimir Meciar

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.