Il governo passa una serie di misure per la nomina e valutazione dei magistrati

Nella sua riunione settimanale il consiglio dei ministri del governo slovacco ha approvato oggi una proposta redatta dal ministero della Giustizia per attuare una serie di modifiche alla normativa che disciplina la magistratura. Tra i cambiamenti previsti si può notare l’introduzione di una selezione dei giudici a livello regionale, la valutazione dei giudici fatta da commissioni apposite e un sistema più efficiente per le misure disciplinari nei confronti dei giudici. Il Consiglio giudiziario, la Corte Suprema e l’Associazione slovacca giudici hanno tutti espresso le loro riserve sul disegno di legge, ha scritto oggi Tasr.

Il ministero, con l’obiettivo di accelerare e semplificare il sistema giudiziario, vuole sveltire la nomina di nuovi giudici nei tribunali in un momento in cui la procedura è stata rallentata dall’attesa dei nulla osta di sicurezza e può durare fino a un anno. Secondo le misure previste dal ministro della Giustizia Lucia Zitnanska (Most-Hid) il processo dovrebbe presto essere ridotto a un tempo di attesa di due mesi al massimo.

L’attuale prassi di discrezionalità nei tribunali distrettuali, informa Tasr, sarà sostituita da una selezione dei giudici a livello regionale. Ogni anni si terrà almeno un concorso, lo stesso giorno in tutte le otto regioni della Slovacchia. La lista di candidati che ne risulta sarà poi sottoposta alla verifica per il nulla osta di sicurezza e la formazione pre-giudicante. Quando si libera un posto in una corte nella regione interessata il candidato con il maggior punteggio sarà proposto in modo automatico per la nomina. I candidati che decidono di abbassare il proprio posizionamento nella lista, perché ad esempio considerano un certo tribunale poco interessante per la loro carriera, rischiano la cancellazione dall’elenco.

L’attività dei giudici sarà sottoposta alla valutazione di commissioni regionali composte di tre membri, che avranno questo compito esclusivo. Ogni commissione deve valutare i giudici di una regione diversa, così da evitare favoritismi nei confronti dei colleghi e rendere oggettiva l’analisi del lavoro altrui. Le valutazioni saranno rese pubbliche, e dopo tre esami negativi di seguito i giudici rischiano la rimozione dall’incarico.

Il Consiglio giudiziario della Repubblica Slovacca, che è stato incaricato di sovrintendere alla scorrevolezza del processo, ha collaborato con i funzionari dei ministeri per la nuova normativa insieme all’associazione dei giudici e ad alcune Ong. Se viene approvato dal Parlamento in questa forma, il provvedimento dovrebbe entrare in vigore a partire da luglio di quest’anno.

(Red)


Foto ssalonso cc-by-sa
Fonte justice.sk

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google