Peter Sagan ha vinto la Kuurne-Brussels-Kuurne 2017 | Video

Peter Sagan ha vinto ieri la Kuurne-Brussels-Kuurne, corsa che, insieme con la Omloop Het Nieuwsblad del giorno prima, apre la stagione delle classiche in Belgio. Il campione del mondo ieri si è dovuto accontentare del secondo posto dietro Greg Van Avermaet, campione olimpico della BMC, ma oggi ha bruciato tutti nel finale. La corsa di ieri fa parte del calendario UCI World Tour, quella di oggi no, ma è comunque una corsa prestigiosa e soprattutto è la 90esima vittoria di Sagan in carriera e la prima di quest’anno dopo quattro secondi posti, tre al Tour Down Under più quello di ieri. Sul podio con lui oggi sono salito Jasper Stuyven della Trek-Segafredo, vincitore l’anno scorso, e Luke Rowe del Team Sky, mentre quinto è l’italiano Matteo Trentin della Quick-Step Floors, che ha preso i gradi di capitano dopo che Tom Boonen, a causa di problemi di stomaco, stamattina ha dovuto rinunciare a questa gara.

Subito dopo il via c’è stato un attacco di David Boucher (Pauwels-Vastgoedservice), ma la sua avventura non è durata molto, così come quella di un gruppetto di otto battistrada. Dopo oltre 60 km, c’è stato un attacco di Alexis Gougeard dell’AG2R La Mondiale, che è stato raggiunto da Jurgen Roelandts (Lotto Soudal), Antoine Duchesne (Direct Energie), Guillaume Boivin (Israel Cycling Academy), Alex Kirsch (WB Veranclassic Aqua Protect) e Sjoerd van Ginneken (Roompot). A questi sei corridori si sono poi aggiunti dopo qualche chilometro David Boucher, Sander Cordeel (Vastgoedservice-Golden Palace) e Maxime Farazijn (Sport Vlaanderen-Baloise). In nove sono riusciti a guadagnare un distacco massimo di quasi sei minuti.

Il plotone si è allungato e diviso in più gruppi, si è così formato un gruppo di inseguitori composto da corridori molto forti, quelli che poi sono stati protagonisti nel finale. I battistrada sono stati ripresi a poco più di 30 km dal traguardo e subito dopo è partito un attacco solitario di Jasper Stuyven. A questo punto si sono mossi Peter Sagan e Matteo Trentino che hanno raggiunto Stuyven e a loro si sono aggiunti Tiesj Benoot della Lotto Soudal e Luke Rowe del Team Sky.

Sagan, lo sprint finale:

https://youtu.be/QA5NBYxR-ps

La BMC di Greg Van Avermaet si è fatta sorprendere e non è riuscita a chiudere il buco creato da quei cinque uomini che, essendo tutti molto forti, sono riusciti ad arrivare fino alla fine della corsa senza farsi riprendere dal gruppo inseguitore e con oltre un minuto di vantaggio sul plotone più numeroso.

Negli ultimi metri è stato Trentin ad attaccare per primo, ma non riuscendo a togliersi dalla ruota Rowe e di conseguenza gli altri tre compagni di fuga, ha rallentato. Intanto il secondo gruppo si stava avvicinando e Sagan ha deciso di attaccare, cogliendo di sorpresa tutti gli altri e andando a tagliare il traguardo con qualche metro di vantaggio sul secondo classificato, Stuyven.

Questi i primi dieci al traguardo:
1) Peter Sagan (Slovacchia) Bora-Hansgrohe
2) Jasper Stuyven (Belgio) Trek-Segafredo
3) Luke Rowe (Gran Bretagna) Team Sky
4) Tiesj Benoot (Belgio) Lotto Soudal
5) Matteo Trentin (Italia) Quick-Step Floors
6) Arnaud Démare (Francia) FDJ
7) Greg Van Avermaet (BMC)
8) Lawrence Naesen (WB Veranclassic Aqua Protect)
9) Zdenek Stybar (Quick-Step Floors)
10) Baptiste Plankaert (Team Katusha-Alpecin)

(Lucia Resta, via Outdoorblog.it cc-by-nc)


Foto Flowizm… cc-by

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google