Traffico, 122 ore all’anno in coda a Bratislava e 85 a Kosice

Nell’indice annuale del traffico (Traffic Index 2016) pubblicato l’altro ieri da TomTom, che analizza le condizioni di traffico in 390 città di 48 paesi nel mondo, la capitale slovacca Bratislava al 109esimo posto mostra un peggioramento rispetto alla situazione del 2015. È aumentato infatti il tempo speso dai conducenti al volante a causa degli ingorghi di quasi cinque ore in più, per complessive 122 ore nell’intero anno passato. Vale a dire che chiunque si muova sulle strade cittadine rimane bloccato ogni giorno per 32 minuti nel traffico. Detto in altri termini, si spende nella circolazione il 25% di tempo in più di quello necessario se le strade fossero libere. Nei momenti peggiori di picco si arriva addirittura al +54% segnalato al mattino, e al +53% del pomeriggio, all’uscita dal lavoro.

I punti più congestionati della capitale sono lo snodo Sancova-Mytna-Vazovova, il Bajkalska-Trnavska, il Vajnorska-Bajkalska, l’incrocio Galvaniho-Roznavska-Bojnicka e l’incrocio vicino a Slovnaft. In confronto, le code sul ponte Pristavny sono una vera e propria passeggiata.

Un po’ meglio va a Kosice, l’unica altra città slovacca monitorata, al 150esimo posto nel mondo, dove la congestione media è al 21%, e i picchi raggiungono il 44% al mattino e il 32% la sera. Gli automobilisti di Kosice perdono 85 ore nel traffico ogni anno, circa 22 minuti al giorno in media. Nella capitale orientale della Slovacchia i punti maggiormente critici sono il Hviezdoslavova-Bacikova-Moyzesova, il Letna-Bozeny Nemcovej-Zimna, il Moldavska-Trieda SNP e il Trieda SNP-Popradska-Ipelska.

Coma va in Europa

Secondo il TomTom Traffic Index l’anno scorso è stata Bucarest a vincere la poco invidiabile classifica in Europa (è quinta nel mondo tra le grandi città), con la congestione del traffico che raggiunge ben il 50% (col picco del 98% !! al pomeriggio e 218 ore in coda all’anno), superando di slancio (+7% rispetto all’anno prima) grandi città come Mosca (44%, picco serale al 94%) o San Pietroburgo (41%, picco al 90%), rispettivamente al 13esimo e 21esimo posto nel mondo, o Londra (40%), Roma e Parigi (40 e 38%, picchi del mattino al 74% e 68%).

In Europa centro-orientale

Nell’area dell’Europa centro orientale dopo Bucarest viene Varsavia (11esima in Europa e 42esima nel mondo) con il 37% di congestione, davanti a Vienna (17esima e 67esima) con il 31% (54% il picco serale), Sofia (24esima e 83esima) con il 29%, Praga (30esima e 94esima) con una congestione del 28% in media e picchi del 54% al mattino e del 46% al pomeriggio e Budapest (41esima e 130esima) con il 22%.

A livello globale

A vincere il pessimo primato a livello planetario è invece Mexico City (66%, 101% il picco serale), davanti a Bangkok (61% e 118%), Jakarta (58% e 95%), e la cinese Chongqing (52% e 94%). La polacca Lodz si piazza al quinto posto globale e conquista il primato tra le città “piccole”, fino a 800mila abitanti, con il 51% di traffico complessivo e picco dell’88% alla sera, davanti a Bucarest.

E in Italia

In Italia il trio di grandi città più congestionate vede Roma (40%) davanti a Napoli (33%) e Milano (30%), mentre considerando anche le città più piccole il Sud primeggia con Palermo prima al 43%, e Messina, Reggio Calabria e Catania che sono rispettivamente al 39%, 31% e 42%.

(La Redazione)

1 comment to Traffico, 122 ore all’anno in coda a Bratislava e 85 a Kosice

  • Mauro

    Al Pristavny most arrivano separatamente 2 corsie che poi confluiscono in altre 2 in autostrada … per circa1 km. Se in quel tratto facessero 3 corsie come in direzione Senec non si creerebbero code …

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Set    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

ARCHIVIO

pubblicità google