Salario minimo: senza accordo con parti sociali il Governo discute di aumento a 317 euro

Le discussioni sull’aumento del salario minimo che coinvolgono le parti sociali, vedono il Ministero del Lavoro proporre un innalzamento del 3%, dice il quotidiano Hospodarske Noviny, che porterebbe il salario minimo a crescere a 317 euro mensili gli attuali 307,7 euro. Mentre i sindacati sarebbero favorevoli a tale aumento, i datori di lavoro sono strettamente contrari. «Entrambe le parti hanno presentato argomentazioni logiche. Tuttavia, non si è raggiunto alcun accordo, e così l’attuale proposta sarà presentata al Governo nella sua forma attuale. È difficile dire quali saranno gli sviluppi», ha detto il portavoce del Ministro, aggiungendo che il Governo può già prendere in esame la proposta Mercoledì prossimo, il 13 Ottobre.

I datori di lavoro vanno da tempo sostenendo che l’aumento del salario minimo va di pari passo con la crescente disoccupazione. Le imprese lamentano che la concorrenza sta spingendo i prezzi delle loro produzioni verso il basso, e già ora molti clienti preferiscono rivolgersi a produttori in Bulgaria o in Romania, avendo loro prodotti più economici.

Anche i sindacalisti hanno un argomento forte: è quasi impossibile vivere pure con 317 euro. (Ricordiamo che la cifra di 317 euro è il salario lordo, che netti diventano 274,53 euro. E crediamo si possa sfidare chiunque a vivere in Slovacchia con quella cifra).

(Fonte HN)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google