Ministri slovacchi a Cuba: in vista collaborazione su progetti energetici e nella farmaceutica

I ministri delle Finanze e della Sanità della Repubblica Slovacca, Peter Kazimir e Thomas Drucker, sono stati ricevuto lunedì a L’Avana dal vice presidente cubano e ministro dell’Economia Ricardo Cabrisas. I due ministri erano in visita ufficiale a Cuba con una delegazione di funzionari ed esperti con l’obiettivo di rafforzare e incrementare i rapporti commerciali e di cooperazione tra i due paesi. Cabrisas ha ringraziato il governo slovacco, e il suo ambasciatore a L’Avana, per aver firmato l’accordo di liquidazione del debito verso Cuba nell’ottobre 2015, oltre che per il sostegno della Slovacchia durante il semestre di presidenza del Consiglio dell’Unione europea per la firma dell’accordo di dialogo politico e cooperazione tra l’UE e Cuba. Entrambe le parti hanno valutato il crescente interesse delle aziende slovacche nell’investire a Cuba, con il sostegno dei servizi offerti da Eximbanka, istituzione finanziaria slovacca che supporta l’export e gli investimenti.

Kazimir ha poi visto il ministro cubano delle Finanze Lina Pedraza e quello del Commercio estero e Investimenti, Rodrigo Malmierca. Nel corso degli incontri «abbiamo proposto contratti tipo in materia di protezione degli investimenti e per la cancellazione della doppia imposizione», ha detto Kazimir a Tasr. Kazimir ha anche presentato ai partner cubani l’interesse degli imprenditori slovacchi per investire a Cuba, in particolare nel settore energetico, nel quale già un progetto specifico è in corso di realizzazione, con aziende slovacche che stanno costruendo il sesto blocco della centrale termica Mariel. Kazimir è poi andato a visitare la centrale elettrica di Felton, una delle più grandi della Cuba orientale, per la quale è stato firmato un memorandum di intesa per un progetto della società slovacca PPA Controll per la ricostruzione del primo blocco, dopo un incidente avvenuto lo scorso anno. Con la visita di Kazimir sono inoltre venute alla luce altre possibili cooperazioni come la costruzione di due centrali a biomasse che utilizzerebbero rifiuti di specie vegetali invasive, e ulteriori progetti nel settore alimentare e delle energie rinnovabili. Kazimir ha dichiarato che la realizzazione a Cuba di grandi progetti potrebbe portare lavoro per centinaia di persone nel settore dell’energia in Slovacchia.

Nel frattempo, il ministro della Salute Drucker ha avuto incontri con la prospettiva di instaurare una collaborazione bilaterale, in particolare nel settore farmaceutico, e ha detto che il debito di Cuba verso la Slovacchia potrebbe essere in parte compensato da farmaci prodotti nell’isola caraibica. In particolare si parla di un farmaco per il trattamento della cosiddetta gamba diabetica. Già nella sua visita del 2015 il primo ministro slovacco Fico aveva elogiato i medicinali sviluppati a Cuba, quando disse durante una trasmissione televisiva che «hanno farmaci che non sono nemmeno registrati in Slovacchia. Farò quel che posso per importare alcuni di questi in Slovacchia». Drucker ha avuto anche discussioni sulla cooperazione potenziale nel campo della ricerca e sviluppo della biomedicina e della farmacia innovativa.

(Fonte Tasr)


Foto GregMontani/CC0

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Set    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

ARCHIVIO

pubblicità google