La Cina torna a fare figli

Dopo anni di stop alle nascite volute dallo stesso governo centrale a causa della sovrappopolazione del Paese, in Cina si tornano a fare figli in gran numero.  Come comunicato dalle stesse autorità di Pechino, l’anno appena trascorso infatti ha fatto segnare un  boom di nuovi nati con un incremento del 7,9% rispetto al 2015. Nel dettaglio, come riportano i media locali citando un alto funzionario della Commissione nazionale per la salute e la pianificazione familiare, Yang Wenzhuang, nel corso del 2016 i nuovi nati sono stati 17,86 milioni. Un dato consistente frutto della nuova politica sulle nascite decisa dal governo che ha definitivamente abbandonato il metodo del figlio unico con l’abolizione della vecchia legge.

Una limitazione avviata decenni fa per mettere un freno ad una popolazione di ormai oltre 1,375 miliardi di persone che fanno della Cina lo Stato più popolato del mondo ma che ha creato anche alcuni risultati non voluti come  l’aumento dell’invecchiamento medio dei cittadini e una disparità sempre maggiore tra i nati maschi e femmine con aborti selettivi che le autorità avevano già tentato di arginare. Prima era stato concessa la possibilità del secondo figlio se il primo era donna, poi a partire dal 2013 era stato concessa la possibilità di avere un secondo bambino alle coppie in cui uno dei due membri era figlio unico, diritto poi esteso a tutte le coppie a partire dal 1 gennaio 2016, a seguito di una decisione del Partito comunista.

Come rileva lo stesso Yang, in effetti  il 45% delle nascite del 2016 è avvenuto in famiglie che avevano già almeno un bambino contro il 30% registrato nel 2013. Il governo ora conta di poter ridurre la popolazione non con una legge ma con la consapevolezza e con uno stile di vita sempre più occidentale che comporta maggiori costi per i figli. Già oggi infatti  il 53% delle famiglie che ha già un bambino ha espresso il desiderio non averne un secondo. Le autorità di Pechino all’inizio del 2016  hanno detto di aspettarsi per i prossimi anni un nuovo aumento della popolazione fino a a circa 1,45 miliardi verso il 2030, per poi cominciare a diminuire.

(Fonte Fanpage.it cc-by-nc-nd)


Foto Mark Nye cc-by-nc-nd

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Set    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

ARCHIVIO

pubblicità google