Il sole d’oriente splenderà a Chernobyl

[…] Dall’inferno radioattivo della città ex sovietica, da una zona ancora oggi off limits, sorgerà una centrale solare. Come confermato dal ministro dell’energia di Kiev Ostap Semerak, il governo ucraino prevede l’installazione di pannelli solari su un’area di 2.500 ettari, a dieci chilometri dal punto in cui avvenne il disastro. L’impianto green di Chernobyl svilupperà una capacità di 1.500 gigawatt di energia pulita all’anno. Due imprese cinesi, Golden Concord Holding (Glc) e China State Construction Engineering Corporation (Cscec), già presenti nell’area, sono pronte a investire l’equivalente di 1 miliardo di dollari nel progetto solare di Chernobyl. L’intesa tra Pechino e Kiev, secondo i loro promotori, ha lo scopo di portare notevoli benefici sociali ed economici e di rinnovare con energia verde e rinnovabile l’area danneggiata dal disastro; per poi ricostruire una comunità per la popolazione locale.

L’incidente del 26 aprile 1986 nell’unità 4 della centrale di Chernobyl, il più grave della storia, fu causato in occasione di una prova del sistema elettrico della centrale per garantire il passaggio dal funzionamento normale (alimentazione elettrica esterna) a un regime di circolazione naturale dell’acqua con reattore spento. Dopo trent’anni ancora non è quantificabile il male del disastro nucleare: nello scoppio morirono 65 persone mentre un rapporto ONU stima almeno 4mila casi di tumore alla tiroide registrati nell’area di Chernobyl negli anni successivi al disastro. Il livello di radioattività della città è ancora altissimo.

(Giovanni Capozzolo via Italiani.net)

_
Foto Elena Filatova CC0

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Set    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

ARCHIVIO

pubblicità google