I parchi industriali nell’est Slovacchia non trovano clienti

I parchi industriali nella parte orientale della Slovacchia non riescono ad attrarre investitori. Gli investitori sono ancora dispersi nel parco industriale di Vranov nad Toplou (regione di Presov). Se il comune non riesce a portarvi un investitore per la fine dell’anno, dovrà restituire il contributo che ha ottenuto per la costruzione del parco (oltre 4 milioni di euro). La città è in trattative con diversi investitori e ritiene di poter risolvere la questione entro la fine dell’anno.

La città di Stropkov (sempre regione di Presov) ha ricevuto più di 3,7 milioni di euro per il rilancio della zona industriale locale brown field e l’acquisto dei terreni. Tuttavia, mancano ancora gli investitori. Il comune ha avuto colloqui con quattro di loro e si attende una decisione finale dopo il completamento dei lavori di ricostruzione. A Medzilaborce, al confine con la Polonia, la società Merlin Trade doveva impiegare 150 persone in uno stabilimento di 11 milioni di euro con impianti per la produzione di zaffiro artificiale. Ora il parco è pronto ma gli investitori non ci sono. Anche la cittadina di Svidnik ha visto approvata la sua richiesta di finanziamento per un parco. Si può fare richiesta al Ministero fino alla fine di quest’anno. Italiane e tedesche erano le aziende interessate ad aprire nella zona, ma hanno lasciato perdere soprattutto a sinistra a causa della povertà di infrastrutture di accesso alla regione.

(Fonte HN)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google