Inaugurata Unità integrativa NATO in Slovacchia

È stato inaugurato lunedì vicino a Bratislava un centro per una Unità di Forza Integrativa della NATO in Slovacchia (NFIU SVK). Con sede nell’area della struttura militare di Bratislava-Vajnory, la struttura, leggiamo sul sito del ministero della Difesa, è il compimento degli impegni presi dalla Repubblica Slovacca al vertice della Nato in Galles nel febbraio 2015. Nel luglio seguente il progetto era stato approvato dal governo e dal Parlamento slovacco. Il gruppo dovrà occuparsi dell’integrazione e del collegamento con la NATO per rendere più efficiente la sicurezza della popolazione degli Stati membri e della difesa collettiva dell’Alleanza Nordatlantica.

Alla cerimonia di inaugurazione hanno preso parte il ministro della Difesa Peter Gajdos, il vice del segretario generale della NATO per la diplomazia pubblica, Tacan Ildem, il vice presidente del NATO Military Committee generale Steven M. Shepro e il comandante delle Forze alleate NATO, il generale Salvatore Farina.

Come ha spiegato il ministro, la nuova unità fa parte del progetto di squadre di collegamento all’interno del Piano di prepazione d’azione dell’Alleanza nel contesto mutevole della sicurezza ai confini del territorio della NATO. Il compito dell’unità NFIU sarà quello, se necessario, di garantire il corretto dispiegamento di forze della NATO sul territorio sull’ala orientale dell’alleanza. In ogni caso, ha voluto specificare Gajdos smentendo voci apparse sui media, non si tratta di una base NATO su territorio slovacco.

Il compito principale della NFIU slovacca è il supporto e coordinamento alle forze alleate nella regione, la pianificazione della difesa collettiva e l’assistenza nelle esercitazioni congiunte. Nel centro opereranno 41 membri, di cui 21 assegnati saranno militari slovacchi, e 20 saranno personale internazionale della NATO. La sede NFIU in Slovacchia ha raggiunto la capacità operativa iniziale il 1° gennaio 2017, avendo soddisfatto in quella data tutti i criteri organizzativi, amministrativi e tecnici necessari. La piena capacità dovrebbe essere raggiunta nel giugno 2017.

Il segretario generale aggiunto della NATO Tacan Ildem ha ricordato che il progetto si inserisce nell’idea dell’ “uno per tutti e tutti per uno”, che rimane alla base della fondazione dell’Alleanza, e la NATO è sempre un’alleanza difensiva: «Il nostro obiettivo è prevenire i conflitti, non provocarli»,  ha detto.

La Slovacchia aggiunge dunque ora la sua NATO Force Integration Unit (NFIU) alle altre otto già presenti in Europa, tutte in prossimità della frontiera orientale dell’Alleanza: Lituania, Estonia, Lettonia, Polonia, Bulgaria, Romania e Ungheria.

(Red)


Foto mod.gov_.sk

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google