Detti e proverbi: Na Hromnice o hodinu více

Per chiarirvi questo detto, che fa parte dei pranostiky, detti popolari legati alla natura, partirei dalla spiegazione della parola Hromnice. Si riferisce al giorno 2 febbraio ed è una data rimasta ai contadini come riferimento per le previsioni del tempo che farà. Questa ricorrenza ha origini in una celebrazione celtica, ed è precisamente a metà inverno. Viene ripresa anche nel folclore americano con il Giorno della marmotta (Groundhog Day): dal comportamento delle marmotte in tal giorno si deduceva la durata e l’intensità dell’inverno. Nell’anno 494 d.C. il papa Gelasio I, per sostituire la processione pagana con le candele allo scopo di purificare le anime, avviò l’usanza della consacrazione delle candele che i fedeli portavano in chiesa e con le quali si faceva poi in processione un giro intorno alla chiesa stessa.

Il 2 febbraio la Chiesa cattolica celebra la presentazione di Gesù al Tempio di Gerusalemme, e la festa di Hromnice in italiano prende il nome di festa della Candelora, perché in questo giorno si benedicono le candele, simbolo di Cristo “luce per illuminare le genti”.

La parola Hromnice prende origine dalle candele consacrate, dette hromnice o hromničky (da hrom – tuono, sia in ceco sia in slovacco), ma potrebbe essere anche il contrario, cioè che le candele abbiano preso il nome dalla festività. Le candele consacrate durante la messa solenne del 2 febbraio proteggevano poi le singole abitazioni dai temporali e dai fulmini e proteggevano anche le persone che durante i temporali si trovavano fuori casa. In alcune zone tutt’oggi si accendono davanti ai moribondi per aiutarli a raggiungere l’altro mondo.

Il detto che oggi vi propongo, Na Hromnice o hodinu více, altro non è che l’indicazione che l’inverno si sta veramente accorciando, letteralmente “A Candelora di un’ora in più”, inteso come “A Candelora il giorno è di un’ora più lungo rispetto al solstizio d’inverno”.

Ma sarà davvero così? Come abbiamo già fatto per i detti di Capodanno ed Epifania, nell’articolo del 13 gennaio 2017, proviamo a fare due calcoli insieme. L’ellisse della Terra intorno al Sole cambia leggermente ogni anno, perciò i calcoli li voglio riferire di nuovo a un anno e luogo preciso, anno 2016/2017 a Bratislava. Il 21 dicembre, giorno di solstizio, a Bratislava l’alba era alle ore 7:38 e il tramonto alle 15:59, perciò la durata del giorno è stata di 8 ore e 21 minuti. Il giorno di Candelora, Hromnice, il 2 febbraio 2017, l’alba sarà alle 7:20 e il tramonto alle 16:50, perciò il giorno durerà 9 ore 10 minuti. In conclusione, la giornata intesa come durata di luce tra il solstizio e Hromnice si allunga di 49 minuti. Bisogna dire che il detto popolare in questo caso, per il 2017, manca di precisione, con una differenza in negativo di circa „un passo d’uomo“ o di „tre passi di gallina“.

Nota:

Il detto riscritto in slovacco standard: Na Hromnice o hodinu viac.

(Michaela Šebőková Vannini  ―  vedi il suo blog CucinareScrivendo.com)


Foto pixabay/CC0

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google