Nuovi investimenti in Slovacchia: Faurecia, Gestamp e le altre

La società francese Faurecia inizia questo mese la produzione di sedili per la casa automobilistica Volkswagen di Bratislava in un nuovo impianto vicino alla capitale dove saranno impiegate 1.300 persone. Circa 600 lavoratori saranno trasferiti qui da altre sedi vicine dell’azienda, mentre il resto della forza lavoro sarà fornita dalle nuove assunzioni. Circa 1.100 saranno i lavoratori impiegati nei reparti produttivi. Nello stabilimento di 27mila metri quadrati, costruito in sette mesi con un investimento di 20 milioni di euro nel parco industriale P3 di Lozorno, Faurecia produrrà i sedili, per ora, del modello suv Audi Q7. Oltre a questo Faurevia opera in Slovacchia anche in altri impianti a Hlohovec, Trnava, Košice e Žilina.

La spagnola Gestamp, che progetta, sviluppa e produce parti metalliche e assemblaggi per l’industria automobilistica, aprirà un nuovo stabilimento specializzato in alluminio vicino a Nitra, nella Slovacchia centrale, che fornirà tra gli altri la casa automobilistica Jaguar Land Rover che sta costruendo in questi mesi nelle vicinanze il suo primo stabilimento nell’UE continentale. Si tratta di un investimento del valore di 133 milioni di euro che entro il 2021 dovrebbe creare 229 posti di lavoro su una superficie coperta di 42.400 metri quadrati. La società ha ottenuto in dicembre conferma che il governo sosterrà l’investimento con un contributo di 9 milioni di euro. Questo sarà l’ottavo impianto di Gestamp nella regione di Visegrád (Slovacchia, Polonia, Ungheria e Repubblica Ceca), dove oggi impiega 2.500 dipendenti e ha un fatturato di circa 300 milioni di euro. In Slovacchia ha un altro stabilimento a Velky Meder (regione di Trnava), che impiega oltre 170 persone.

La società metallurgica Kovostroj di Dobšiná (distretto di Rožňava, regione di Košice) ha in programma l’ampliamento della produzione di bobine di lamiera plastificate, portandola dal 2018 a 120 mila tonnellate all’anno, per utilizzi nell’industria automobilistica e degli elettrodomestici. L’investimeno previsto, per il quale l’azienda ha chiesto un contributo statale, non è stato ancora reso noto. Si sa però che la società intende raddoppiare il numero di dipendenti, con 70 nuove assunzioni in un’area ad alta disoccupazione.

La società Bukóza, produttore di polpa di cellulosa di Vranov nad Topľou (regione di Prešov) che fattura circa 90 milioni di euro all’anno e impiega 1000 persone, vuole investire 25 milioni di euro per un impianto di trattamento dei rifiuti di carta volto alla produzione di carta da da confezione. L’azienda, che con il progetto prevede di creare 50 nuovi posti di lavoro, per cui è probabile che chiederà un intervento statale, intende lanciare la costruzione dello stabilimento nel 2018 per avviare la produzione nel 2019.

(Red)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Set    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

ARCHIVIO

pubblicità google