Robert Fico e Andrej Danko promossi in segreto ufficiali delle Forze armate

Il primo ministro Robert Fico (Smer-SD) e il capo del Parlamento Andrej Danko (SNS) hanno in comunie non solo una stretta collaborazione al governo ma anche un titolo onorario di ufficiale delle Forze armate slovacche. All’insaputa di tutti. Fico fu promosso a tenente colonnello nelle riserve prima delle elezioni parlamentari dal ministro della Difesa Martin Glvac (anch’egli Smer). Mentre Danko ha ricevuto in settembre la nomina a capitano dei riservisti dall’attuale ministro della Difesa, Peter Gajdos, ex generale e candidato alla poltrona dal Partito Nazionale Slovacco (SNS) di cui Danko è il leader. A scoprire questa cosa curiosa, che ha fatto infuriare molti, sia tra i cittadini che nelle gerarchie militari, il quotidiano Dennik N alla fine della scorsa settimana. Le cariche sarebbero “puramente” onorifiche, ma in realtà secondo diverse fonti avrebbero dei risvolti poco etici.

Danko ha subito cercato di difendersi dalle critiche dicendo che il grado di capitano è “coerente con la mia età e istruzione”. «Me lo merito e non vi rinuncerò», ha detto Danko, spiegando che la carica non presuppone «un solo euro di benefici». «Sono orgoglioso di essere capitano nelle riserve delle Forze Armate slovacche», ha detto, ricordando di avere passato un anno da militare proprio sotto gli ordini di Martin Gajdos e minacciando una azione legale per diffamazione.

A indignarsi per la sua promozione nei ranghi militari è stato per primo il leader di OLaNO-NOVA Igor Matovic, secondo partito di opposizione, secondo il quale sia Danko che il ministro dovrebbero porgere scuse pubbliche per l’offesa a «tutti i soldati coraggiosi che lavorano con dedizione», una offesa che «demoralizza lo spirito delle Forze armate». Matovic ha esortato Danko a rinunciare al suo rango militare, dato che è stato promosso da caporale a capitano in un baleno, quando a un normale soldato servono tra i 30 e i 35 anni di servizio per ottenere lo stesso grado. Nemmeno i soldati uccisi in un incidente aereo al confine slovacco-ungherese nel 2006 (il maggior disastro nella storia militare della Slovacchia indipendente) sono stati promossi, ha detto Matovic. E due soldati morti in un attentato a Kandahar nel 2013 nel corso della loro missione in Afghanistan hanno ricevuto solo una promozione al grado superiore. Danko ha fatto un salto di ben otto gradi in un colpo solo.

In questi giorni su Internet sono sorte molte domande e dibattiti infuocati, con gente delusa e arrabbiata per queste promozioni segrete che secondo alcuni darebbero il diritto per i due politici di avere a pensione di vecchiaia dei militari. Su questa questione, la portavoce del ministero della Difesa ha informato che le nomine hanno un carattere “morale” e non comprendono alcun impegno finanziario né pensionistico. E se poi dovesse mai scoppiare un conflitto armato, Fico e Danko, con una esperienza militare quasi inesistente, avrebbero il diritto/dovere di comandare delle truppe? Danko ha già risposto: lui si è detto pronto, in caso di conflitto, ad andare al fronte con il rango di nuova acquisizione.

Matovic ha annunciato oggi la presentazione di una proposta legislativa per impedire in futuro la promozione a ranghi militari di persone che sono impegnate in politica. Tuttavia, la proposta non avrà nessuna chance di essere approvata senza il sostegno di una parte della coalizione di governo.

(ReD)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Set    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

ARCHIVIO

pubblicità google