Età di pensionamento nel 2017 spostata avanti di altri due mesi

Quest’anno l’età pensionabile si allunga di 76 giorni. Se fino all’anno scorso l’età per accedere alla pensione era di 62 anni, attualmente è passata a 62 anni e 76 giorni, e l’anno prossimo ritarderà di altri 63 giorni. A questo ritmo, secondo quanto ha scritto il quotidiano Pravda, i quarantenni di oggi andranno in pensione a 65 anni. Fanno eccezione solo un numero limitato di lavoratori, che hanno fatto lavori defatiganti e a rischio (come quelli delle miniere o delle centrali nucleari), e le donne con pensionamento ridotto, a seconda del numero di figli.

Alla fine di novembre del 2016 erano in pensione poco più di un milione di persone, esattamente 1.047.559. Le regioni con più pensionati sono quelle di Nitra (142.110) e Trnava (111.557), entrambe nella parte occidentale del territorio slovacco. La maggioranza sono donne (641.553), ben il 57% in più degli uomini (406.046), come risulta dai dati emessi dall’agenzia di previdenza Socialna Poistovna. Quest’anno si aggiungeranno al numero dei pensionati altre 31.027 persone, che riceveranno in media un mensile di 461,30 euro.

Nel frattempo si pongono un certo tipo di preoccupazioni come l’invecchiamento della popolazione, che pesa sul sistema pensionistico e porta il rischio di un aumento della spesa pubblica, un fenomeno che non è certo unico in Slovacchia, e che tocca fortemente tutto il Vecchio Continente.

(Red)


Foto MichaelGaida/CC0

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.