Ministero della Difesa: nel 2017 arrivano uno Spartan da Alenia e i primi elicotteri Black Hawk

Quest’anno dovrebbero essere consegnati alla Slovacchia i primi elicotteri della flotta di nove UH-60M Black Hawk acquistata dal ministero della Difesa nell’ambito del più ricco contratto nella storia della modernizzazione delle Forze armate e aeree slovacche. La produzione degli elicotteri multiruolo da destinare alla Slovacchia, acquisiti nel 2015 tramite il programma FMS del governo statunitense dall’allora ministro Martin Glvac (Smer-SD), è stata iniziata nel 2016 negli stabilimenti della Sikorsky Aircraft, negli Stati Uniti. Le prime consegne dovevano in realtà essere già effettuate entro la fine dell’anno scorso, e proseguire fino al 2019. Il pagamento del contratto, del valore complessivo di 261 milioni di dollari per la produzione, la formazione dei piloti e pezzi di ricambio, sarà spalmato in varti anni fino al 2024. Per gli elicotteri americani, che andranno a sostituire i quattordici vecchi Mi-17 di produzione sovietica, ormai arrivati a fine vita operativa, sarà anche creato un centro di addestramento in Slovacchia con un simulatore di volo e istruttori americani, in modo da risparmiare al personale militare slovacco la trasferta negli Usa. Il centro potrebbe poi servire per l’addestramento anche di piloti di eserciti stranieri, come quelli di Austria, Croazia o Svezia, che già posseggono questo tipo di elicotteri militari.

Il ministero della Difesa ha nel frattempo informato all’inizio dell’anno anche di una dilazione nell’arrivo del primo dei due aerei cargo italiani Spartan C-27J di Alenia Aermacchi acquistati alla fine del 2014 per 69 milioni di euro, ottenendo uno sconto e una rateazione più favorevole dell’offerta originale. La questione si trascinava da diversi anni, dopo che Alenia, azienda di Finmeccanica, aveva vinto una gara pubblica per i velivoli già nel 2008, ed è stata rimandata a causa di insufficienza di risorse finanziarie. Citando problemi da parte del fabbricante, il ministero ha detto che l’aereo arriverà più tardi quest’anno. Questo ritardo ha comportato un differimento dei pagamenti anticipati fino alla firma di nuove appendici del contratto. Il secondo aereo dovrebbe essere consegnato nei primi mesi del 2018. Gli aerei avranno anch’essi un ruolo multifunzione, e potranno essere usati dalle Forze armate slovacche, oltre che per il normale trasporto di truppe, anche per il trasporto di feriti, per spegnere gli incendi e lanciare carichi dal cielo. Oggi l’esercito slovacco è sguarnito di aerei da trasporto, dopo che l’ultimo degli Antonov An-26 sovietici ha cessato il servizio nel febbraio 2016, quando è scaduta la sua durata di vita utile.

(La Redazione)


Foto Leonel Yanex cc-by, ndguard cc-by-nc-sa

 

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Set    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

ARCHIVIO

pubblicità google